venerdì 19 luglio 2019

CS M5S BIM

Waterfront!!! Per carità, nessuno vuole buttarla in caciara o polemica, però... bisogna prendere atto che quanto letto nelle scorse settimane sulla situazione bandi e demanio nel comunicato dei “colleghi di minoranza”, risulta alquanto impreciso e grossolano, non è assolutamente nostra intenzione prendere le parti della maggioranza dalla “rinnovata” guida Giorgetti, ma neanche lasciare campo a chi spara informazioni, come dire, un po' così... a caso. Veniamo a noi; la maggioranza parte male, anzi malissimo sulla situazione polo est, a dire il vero l'area non parte fino a ben oltre alla metà del mese di luglio se non per qualche linea di ombreggio, con presunta gioia dello stabilimento lì accanto, si mette la pezza con i ragazzi del beky bay, con la quale si è fatta la pace e alla quale possiamo anche dire grazie, ben venga, è una pezza, è in ritardo ma piuttosto che niente, come si suol dire “piuttosto!” c'è sicuramente una causa legale in corso con al vecchia gestione che poteva essere evitata, non solo, si poteva trovare un accordo che evitasse la causa e salvasse la stagione ma la grande abilità politica del nostro centro DX ha preferito 2 problemi ad una struttura pienamente operativa, beh su questo gran parte della colpa in realtà è della vecchia amministrazione marchiata Enzo Ceccarelli, di conseguenza a Giorgetti toccano gli strascichi di azioni prive di senso, come assurdo è stato improvvisare un minibando a stagione praticamente avviata, non che poi ultimamente si sia brillati per la nostra capacità di produrre bandi, in uno mancavano date di fine e di apertura busta, in un precedente bando sociale i partecipanti chiamavano per segnalare gli errori che gli impedivano di avanzare le domande correttamente... insomma si è stati un po' distratti, poi è normale che qualcuno dubiti che lo si faccia apposta... Tornando a demanio e bandi, è vero il piano spiaggia non piace, è uno strumento mal realizzato privo di un vero invito allo sviluppo e favorevoli agli imprenditori anche se inesperti, ma non all'impresa, premia le alleanza e accorpamenti invece che sviluppo ed esperienza ed altro ancora cose già dette, già discusse, non vogliamo tornarci sopra per l'ennesima volta, anche perché l'aspetto primario in tutto questo è un altro, il bando per il water front, è qui che casca il somaro! Non ce ne vogliano i neo insediati ma l'occasione e tanto rara quanto preziosa, è importante quindi sfruttarla al massimo per trarne il maggior profitto possibile, è chiaro leggendo il regolamento, che per aver maggiori possibilità di accedere a queste economie che si muovono su richieste da decine di milioni di euro e che sono ambite da tanti, è necessario, anzi doveroso intercettare tutte le opzioni possibili, non è stato fatto, si poteva fare un cofinanziamento ed un percorso partecipato, entrambe le opzioni avrebbero garantito un più facile accesso alla graduatoria, questa mancanza può costare caro al nostro comune, scelte politiche? Forse, non sappiamo. Speriamo ovviamente che si riesca a portare a casa il risultato, l'interesse è quello della città e facciamo quindi il tifo affinché si concretizzi il miglior risultato possibile, ma queste due mancanze equivalgono in qualche modo a rifiutarsi di tirare 2 rigori concessi durante una partita. Siccome spesso in passato abbiamo previsto situazioni che per quanto negate o addirittura derise, si sono poi concretizzate, la speranza è di non ritrovarci nuovamente come Cassandra. Questo comunicato, serve appunto a stimolare pubblicamente la nuova amministrazione a rinunciare sin da subito alle cattive abitudini degli amministratori uscenti, in virtù di un nuovo atteggiamento, che si mostri più puntuale nell'interesse cittadino, sperando che anche i colleghi di minoranza colgano il messaggio sulla puntualità delle parole . 

CS Città Viva Santarcangelo

Città Viva fa il botto con le due serate di artisti di strada e musicisti e rilancia con una nuova serata venerdì 19 luglio Una folla che, a tratti, ricordava quella vista per i Calici, oppure per una delle Fiere autunnali di Santarcangelo, quella che si è riversata venerdì 5, ma, soprattutto venerdì 12 nelle vie del centro della città clementina. Tantissime persone, famiglie, bambini per l’inizio “col botto” dell’Estate Viva dell’Asssociazione Commercianti Santarcangelo, attraverso le due Shopping Night - Speciale Festival (in collaborazione con il Santarcangelo Festival), che riprendevano gli spettacoli e l’atmosfera del Festival di una volta, quello della nostra infanzia. Dalle 9 di sera alla mezzanotte due serate che hanno conquistato appieno i cittadini santarcangiolesi e i tanti visitatori arrivati ai piedi del paese vecchio. Un successo che ha spinto gli organizzatori, Città Viva, a riproporre, anche per la serata del 19 luglio, la presenza degli artisti di strada (un illusionista-giocoliere e uno spettacolo con le bolle di sapone), molto apprezzati da tutto il pubblico presente, affiancati da 7 postazioni musicali (2 in più delle precedenti serate) che, dettando il ritmo, rendono sempre piacevole la passeggiata nel borgo. A contemplare la serata anche l’incantevoli melodie dell’arpa celtica suonata da Marta Celli e i coinvolgenti balli del gruppo Happy Rock. Ci aspetta quindi un altro appuntamento di spettacoli, musica, shopping, aperitivi e cene nella splendida cornice di Santarcangelo.
 Grazie per l'attenzione. Ufficio Stampa Città Viva

La Trama dell' Inciucio

Non occorre essere condirettore di un giornale gnassiano come l'altro e nemmeno rifugiarsi dietro Gramellini per capire dove due menti eccelse come Zingaretti e Gigetto vogliono portare il governo. Dal cambiamento alla restaurazione. Dal voto utile a quello inutile. Avevo citato una semplice ostetrica per il prossimo parto, dobbiamo aggiungere gli specialisti d'alto bordo ansiosi di mettere fine all'inesorabile crescita della Lega. Le stanno provando tutte. I silenzi sul Csm e le barbarie sui bambini sono emblematici. L'interpretazione moscovita è stata spettacolare, ci vorranno almeno due mesi per sbobinare la verità che serve. Nel frattempo succederà di tutto. Il 40% è una maledizione, come promettere il Parco del Mare. Salvini lo intascherà tutto e forse più. Elettoralmente stanno giocando per lui ecco perchè l'inciucio piddino-grillino lo devono fare adesso. Il movimento sa che l'ultimo risultato sarà irripetibile, destinato a trasformarsi, se va bene, in una metà..scarsa. I portavoce per paura di terminare in anticipo l'ultima corsa saranno d'accordo con Fico. Non è in grado nemmeno di comporre un discorsetto da cresima e comunione. Il Pd cambierà segretario ricorrendo forse a Veltroni inventore delle Notti scopiazzate da tutti i sindaci, nati sotto il segno del Lungomare. Tutto pronto, allacciate le cinture e sintonizzatevi su Sky, Vi presenteranno giorno dopo giorno i passaggi per arrivare all'inciucio del secolo. Quelli (storici) riminesi saranno al confronto opere misericordiose. Gigetto ha dato la dimostrazione con Atlantia di essere pronto per le affermazioni spettacolari. Poco importa se lascerà sul campo un'altra fetta di voti, sa che è l'ultima interpretazione per il Circo 5 Stelle. Il quadro politico diventerà chiaro e semplice. La Destra ha il compito di candidarsi a guidare il paese contro l'intellighenzia operante: scrittori, cantanti, lgbt, cooperative, grande consumo e la Chiesa. Un partito non numeroso ma forte mediaticamente. Occorre considerare un dato che viene spesso dimenticato. Le realtà locali sono oggi appannaggio, quasi ovunque del centro destra nelle versioni più disparate. I grillini localmente contano come Croatti. La Lega deve irrobustirsi, giocano da non pervenuti in quasi tutte le battaglie. Gnassi e soprattutto Cagnoni (altra scuola) dominano incontrastati, aiutati nemmeno segretamente. La componente ciellina deve essere costretta a scegliere. Perchè Gnassi ed il "fido" Morolli non citano le scuole private nella feroce caccia al non vax? Hanno paura di giocarsi la debole maggioranza balneare? Non fatemi rispondere dal condirettore del Carlino.
M.Lugaresi

giovedì 18 luglio 2019

Il Crollo

Ammetto di essere sempre stato "scettico" sulla collocazione in borsa della Fiera, diventata Ieg senza Marzotto. Il Magnifico Cagnoni ci ha provato o finto per 30 anni. Ci è riuscito in un momento in cui forse era meglio soprassedere. Ha vinto lui, quindi zitti ed applausi come fossimo il Carlino della pubblicità. I ricavi sembrano i dati del nostro turismo. Avete mai letto quelli declinanti? In questo caso però gli analisti non sono consiglieri comunali quindi attendibili. Il valore dell'azione con la foto di Cagnoni è salito. Non sono un gufo che spera in una caduta del gigante della politica. In questo momento sarebbe la persona da candidare sindaco. lo voterei. E' vecchio si, ma meglio di quelli che conosco. Troppi dilettanti scelti a caso o da una piattaforma. Portavoci di se stessi o fotografe casalinghe. Croatti ha finito le noci prima di cominciare. Fare politica sarebbe cosa seria anche in Italia. Dopo l'ennesima orazione funebre per un altro amico che se ne è andato, lasciando un pugno di cenere ai cari, ho deciso anch'io di seguire il costume più rispettoso di quelli che rimangono: incenerimento. Farsi fare l'omelia obbligatoria da un celibe per forza, costretto a recitare una liturgia a cui sembra ormai assuefatto, è un atto di debolezza o paura a cui non vorrei arrivare. Ci sono precedenti illustri come la Bonino e Bertinotti, che si convertono con la scusa che nel più (paradiso) ci sta anche il meno (niente). Papa Franceso ha fallito la sua missione. E' caduto nella trappola piddina dei finti profughi ed ha visto prosciugare le floride casse vaticane. Roma ospitava decine di milioni di pellegrini all'anno. Vanno a Venezia con le navi, Verona, Milano. Un crollo finanziario. Rimane a loro la speranza che il nuovo partito composto dai resti del Pd e Cinque Stelle sia in grado di competere (almeno) con il centrodestra a trazione (incazzata) leghista. Ci voleva pazienza, ma le caselle impazzite sarebbero andate al loro posto. La facilità con cui Di Maio è passato dalla cancellazione all'adulazione di Atlantia è da manuale del perfetto democristiano. Giusto che stiano assieme in futuro. Von der Leylen.
M.Lugaresi

La Dum Dum

La DUM DUM È un suono omatopeico per me. Il nonno mi raccontava di questi proiettili proibiti dalla Convenzione di Ginevra, ma che nelle prime linee si usavano come pane quotidiano. Avevano il loro stile, Ti penetravano nel punto di entrata, Ti percorrevano le membra e Ti esplodevano nel petto, e/o dopo avere comunque fatto scempio. È una metafora per descrivere come è stata ridotta la sinistra colpita da uno di questi proietti. Non solo condannata, anche giustamente dalla storia, ma delusa dai suoi. Se non si capisce questo non possiamo arginare Salvini e la Lega. Avete mandato i figli alla Bocconi per fare gli assessori e imparare solo a raccontare "pataca te" con linguaggio forbito, mantre un diplomato lo doppia perché "abla" semplice. Stilate quote rosa per fare secchi bravi ragazzi. La sinistra nelle sue componenti ha bisogno di "pulizia" che non significa rottamazione. Significa l'esatto contrario. Abbiamo bisogno di amare e credere ancora. Abbiamo bisogno di esempi... Quelli che ho sotto gli occhi non fanno al caso mio. Salverei solo pochi nomi. E come sempre li faccio. A me piace, mi è sempre piaciuto Melucci: fosse solo perché dicono sia scampato dai remi dei bagnini avendo parlato senza "lingua biforcuta". E mi piace, anche se non credo potremmo mai condividere nulla, Cagnoni. Troppo bravi. L'ultimo ha quasi l'età di mio babbo che è classe '35. Politici veri. Forgiati in tempi di privazioni. Vorrei tornare a votare. Magari si candidassero a fare il Sindaco di Rimini. Non è un paradosso dire che saprebbero come e dove fare pulizia. I sogni non si pagano!
R.Urbinati

mercoledì 17 luglio 2019

Indovina, Indovinello

E' capitato anche a me di terminare una serata uggiosa con amici e compagni, imitando le cene della Capalbio chic. Il gioco, quasi obbligatorio, era indovina, indovinello. Alle volte diventava un pericoloso gossip che rischiava di farti arrivare quintali di pietre, ma di solito il leit motive era la politica. Quella casalinga è più facile e ricca di spunti quasi erotici. Il caso proposto dalla cancelleria dell'Espresso e ripetuto ogni mezz'ora da Sky, è più appassionante: chi ha incastrato Matteo Rabbit? Ho aspettato pazientemente il mio turno ed ho ribaltato la domanda, affermando che l'unico innocente era proprio..Putin, padrone di casa e molto altro. Il Pd e la dependance grillina erano e sono i più sospettabili, se fossero in grado di architettare una cosa simile. Anche Berlusconi, vantando crediti russi notturni, qualche valido motivo per una fragorosa caduta del governo lo può mostrare. Salvini in ginocchio da me è un sogno che lo agita ancora. Lo scoop di Buzzfeed è preparato da veri professionisti.  Ci vorranno settimane per decifrare quello che non è stato ancora pubblicato. Iniziando dai protagonisti. Sei persone tra le quali un leghista certamente vicino al vero premier di governo. Possibile che un affare di quelle dimensioni venga consegnato nelle mani di una persona facilmente individuabile per le sue mansioni? Macron è il colpevole perfetto, troppo facile. L'Europa ha individuato in Salvini "the most dangerous man", quindi l'intera Unione è catalogabile tra i possibili colpevoli. Trump o meglio l'America? Non è mai successo che un politico amico dei russi, da vivo diventasse Presidente del Consiglio nel paese delle basi della Nato. Salvini non sarà indagato per corruzione internazionale. Però quanto ci smeneranno le cancellerie giornalistiche!! Il Fatto e Repubblica sguazzano. Travaglio ha adottato i grillini. Non li voleva nessuno, lui è andato dove il suo ministero della giustizia ed avvisi, portava. La figura di Conte esce male. Il governo non cadrà, facendo respirare le due debolezze in affanno, ma i portavoce verranno decimati mentre il Pd sembra rianimarsi con la novità..Renzi. Si sta riprendendo i resti del suo partito. Ha agito da vero ribassista. Ha azzerato il valore delle azioni per riacquistarle. Andare al voto con un Russiagate tra le palle non è consigliabile per nessuno. Un colpevole per la stampa lo dovranno trovare, non credo ci saranno rivoluzioni. Il risultato è stato raggiunto, la bomba è scoppiata, come sempre, al momento giusto per (quasi) tutti. Per fortuna niente feriti, solo qualche acciaccato. 
PS Salvini fanno davvero Pd e Cinque Stelle. L'ostetrica è ..Fico
M.Lugaresi

Enfasi esagerata

Per me c'è stata un enfasi esagerata sulla operosità dei romagnoli in relazione al maltempo che ha colpito il litorale ed in particolare Cervia e Milano Marittima. La foto che è circolata quei giorni che riporto sopra mostra prima e dopo la cura diciamo e come i cugini ravennati siano riusciti in sole nove ore in impresa che passa al volgo come "titanica". Si è scomodato addirittura Massimo Gramellini che solitamente non ne sbaglia una nella sua rubrica e inquadra ogni episodio nella sua giusta dimensione (per chi lo legge...) ma questa volta toppa e vi spiego il perché e il per come. I bagnini sono abituati a rivoltare la propria "zona", come si chiama, come un calzino; non solo a fine e inizio stagione, quando ci sono lavori più impegnativi, ma anche durante la stagione balneare stessa lo so e lo so bene in quanto ho quasi sempre abitato, come avrebbe detto l'immenso Magalotti colonna sonora delle nostre giovanili estati, abitato "face à la mer". Quando le luci si spengono e turisti vanno in albergo come tutti vediamo inizia un'opera di riassetto della spiaggia che, vista alle 7 di sera di giorno estivo normale, non è molto dissimile da come si presentava a Milano Marittima o Cervia. Ossia dopo il passaggio dell'orda di turisti che vi è stata tutto il giorno facendo di tutto da mangiare a giocare a volley e quant'altro. Ma magicamente in un paio d'ore in un'opera che ha inizio talora anche prima, non appena il primo turista alza le chiappe dallo sdraio, si ha l'incantesimo che una squadra di 5-6 persone a seconda delle dimensioni del bagno mette in atto la.... "restitutio ad integrum" del bagno stesso e tutto torna perfettamente pulito, livellato, ordinato. Questo anche perché le strutture che stanno in spiaggia sono "effimere", fatte per essere collocate e rimosse in poco tempo. Oggi poi con molta più facilità di ieri visto che si dispone di mezzi meccanici e personale a bassissimo costo. Ma di più: dette strutture come lettini sedie ombrelloni sono in effetti "vele" in quanto leggere e molto esposte al vento quindi basta davvero poco per ridurre una spiaggia un macello come basta poco per riassettarla specie se lo si fa ogni giorno. La gente poi non sa che se ci sono state mareggiate passano grossi camion di notte che cì+ la partnership del Comune, di chi pulisce le strade, e altre cose avvengono in una macchina quasi perfetta che oltre a ripetere ogni giorno e 2 volte l'anno lo stesso rituale è strutturata per adattarsi alle condizioni meteo e che la spiaggia essendo in balìa del meteo è sempre organizzata in modo tale da scomporsi e ricomporsi continuamente anche senza episodi come quello degli ultimi giorni che sono maggiori nella quantità ma uguali qualitativamente. In pochi giorni teoricamente un bagnino sarebbe in grado di togliere tutto ad agosto e ridurre il proprio bagno come esso appare a dicembre e di seguito rimettere esattamente com'era, ossia fare quello che fa ogni inizio o fine stagione e in misura molto minore ogni giorno nei lavori serali e talora mattutini e talora "extra" durante la stagione. Certo fa piacere immagino essere additati come esempio nazionale ma la cosa è semplicemente ordinaria in quanto la spiaggia ha per sua natura carattere come detto “effimero”, mutevole, precario… è come una bella tavola da apparecchiare e sparecchiare ogni dì come fosse Natale. 
S.M.A.