mercoledì 25 aprile 2018

Multiuso

A cosa serve il M5S? Il mio fine era la cancellazione del Pd dall'album dei partiti. Raggiunto. Altri si nutrivano di desideri diversi: vaccinazione non obbligatoria, vitalizi cancellati, spese della politica, mandati e il ..reddito di cittadinanza, per il momento riservato solo ai portavoce a cinque stelle. Ho letto il programma pentastellato. Concordo con chi, spiritosamente, ha ravvisato la mancanza di un avvertimento a non uscire con il caldo e nel contempo bere molto. Un contratto di governo talmente etereo che lo potrebbe firmare chiunque. Una rivoluzione volutamente innocua per adescare il partner di governo. Che vi sia confusione sotto il cielo di Casaleggio lo attesta il "comico" mandato a Fico per trovare ...il Pd. Mattarella sta agendo da consumatissimo politico con la complicità di uno staff composto dalle migliori menti della politica, ad usum italico. Il M5S per mostrare un afflato leggermente castrista, concede alle tredici pagine zeppe del niente, l'importanza necessaria per nascondere l'infantilità che regna nella più grande forza del paese. Dietro la cravatta e la barba ..niente. Programmi simili non andavano bene nemmeno nel Q6 che ci ha donato un talento come Bernabè...Tonino. Scherzo, al confronto eravamo dei geni. Una sfilata di ricette all'aspirina. Il dramma del M5S è il terrore di spaccature su ogni argomento leggermente più serio delle..trivelle. Sono arrivati alla prova del nove. Il Presidente gioca con loro come fossero innocenti bambini che lo visitano al Quirinale, su invito. Il Paese è ridotto peggio di quanto un pessimista di professione possa immaginare. Consegnare ad una forza con un capo delegato da un altro, mai eletto, la speranza di una rinascita sociale, economica e perfino culturale è segnale di disperazione. Tredici pagine di ovvietà che suoneranno come musica celeste per i nostri Croatti e la silenziosa Mademoiselle Mi Pento. Un programma 4 stagioni valido per tutti i passanti che beccano ad un offerta di governo pur che sia. Della riforma pensionistica il Professor Giacinto, assurto a nuovo grillo pensante, non si occupa, roba troppo seria e pericolosa da trattare. Non manca un briciolo di sano populismo, necessario come un goccio di Martini nel cocktail. Un disegno (?) di legge per le Pmi, una risorsa preziosa per il futuro. Dei bagnini non si dice niente. Anche il Made in Italy viene citato, fa sempre ..Fico. I trattati europei non si toccano. Buona fortuna al nuovo esploratore. Te lo meriti, un Pd. 

martedì 24 aprile 2018

CS Io MI Difendo

"IO MI DIFENDO " Offerta esclusiva per il mese di Maggio. . Ci si può difendere in molti modi, ma è necessario farlo scegliendo uno strumento giusto (ovvero legale) affinché, chi si difenda si possa auto-tutelare non incorrendo in problemi legali. Tra i dispositivi autorizzati c’è la pistola al peperoncino a base OC, regolamentata dal Decreto Ministeriale 12.5.2011 n.109 che stabilisce appunto le specifiche tecniche consentite. L'accademia nazionale di autodifesa IO MI DIFENDO, ha creato dei corsi appositamente per garantire e dare possibilità a tutti di potersi preparare e difendersi in maniera legale. Il corso di preparazione a tale tecnica viene strutturato cosi': 1. Parte Teorica. Come evitare episodi di violenza. 2. Parte psicologica. Come gestire la paura. 3. Parte legale. Aspetti legali. 4. Parte pratica. Tecniche di Autodifesa e uso della pistola al peperoncino. Perché questo corso è diverso dagli altri corsi di autodifesa? La violenza, per essere emarginata,deve essere affrontata da diverse angolazioni, non soltanto da quello fisico, ma anche psicologico, culturale e sociale. Il nostro corso affronta il problema violenza a 360°. Tutti vorremmo andare a letto in sicurezza e tranquillità, senza pensieri, eppure molte persone non si sentono sicure in casa propria. Questo potrebbe essere violato con facilità, generando senso di ansia, insicurezza e paura in chi ci vive. Correre è stupendo, perché fa bene al corpo e alla mente, ma se mentre corriamo non ci sentiamo al sicuro, non saremo rilassati e di conseguenza anche la corsa ne risentirà. Fare running con il timore di essere aggrediti non è un’esperienza piacevole e questo vale soprattutto per chi ama correre da solo, in particolare in strade secondarie, buie e isolate, magari la sera tardi o la mattina prima dell’alba. In questi casi, a donne e uomini, può capitare di sentirsi tesi e preoccupati all’idea di incontri spiacevoli, sia con malintenzionati che con animali inferociti. I sondaggi ci dicono che molti sportivi hanno subito aggressioni mentre si allenavano, anche in pieno giorno, e molti runners hanno paura di correre da soli o in luoghi isolati. Una soluzione intelligente è portare con se un piccolo ma efficace strumento di autodifesa: la pistola al peperoncino. Episodi di aggressione possono verificarsi a danno di ogni cittadino ( anche se esistono categorie maggiormente a rischio) ed in situazioni diverse ( di luogo e di ora). L'aggressione è un atto di violenza, che può essere fine a se stesso oppure strumentale al raggiungimento di un preciso scopo,come nel caso dello scippo o della rapina. Gli studi che hanno analizzato il fenomeno ne hanno messo in luce la parziale prevedibilità ed alcune circostanze facilitanti che, se note, possono essere evitate. Quindi è meglio giocare d' anticipo. La IO MI DIFENDO nasce per rispondere ad una specifica esigenza nel mondo della difesa personale a cui nessuna arte marziale o corso di autodifesa standard fino ad ora ha saputo far fronte. La IO MI DIFENDO si pone come "scuola di autodifesa", ritenendo necessario adottare un sistema di insegnamento e formazione sia teorico che pratico, in tutte le tre fasi temporali della difesa personale: prima, durante e dopo l' aggressione; con l'intento di evitare quanto possibile lo scontro fisico e tutelando la persona sotto l'aspetto legale, in tutte le sue sfaccettature sia di carattere conoscitivo che operativo. In particolar modo la IO MI DIFENDO si distingue dagli altri corsi di formazione per autodifesa, non solo per il suo grado di formazione completa a 360°, ma anche perché è l'unica che mette " in campo" l'utilizzo dell'attuale miglior strumento di autodifesa a distanza e di libero porto oggi sul mercato italiano: la pistola al peperoncino, un prodotto brevettato dalla societa svizzera Piexon conforme alla normativa italiana in materia di difesa personale; riconosciuto come unico e più efficiente strumento di difesa personale alla violenza a distanza disponibile e legale sul mercato italiano. La IO MI DIFENDO svolge la propria formazione a livello nazionale attraverso una organizzazione formativa, moderna ed efficace. Il team di istruttori e tecnici sono coordinati dal maestro di arti marziali Franco Ribello, riconosciuto a livello nazionale e internazionale, con la stretta collaborazione dello CSEN ( Centro Sportivo Educativo Nazionale). Il costo del corso e' in promozione per tutto il mese di Maggio al costo di €99 (anziche' €165) comprensivi di patentino e pistola Guardian angel 2. Troverete questa promozione presso le seguenti palestre: - ASD Tiberio Wellness Rimini tel. 0541/23537 - Just Pilates Studio Cesena tel. 393/7343261 -ASD Identita' e Tradizione Savignano sul Rubicone tel. 338/3236125 Per ulteriori informazioni: Tecnico Formatore Giuseppe Esposito 3396412074 Iomidifendoemiliaromagna@gmail.com

Molise

Vince il centro-destra, non ci sono dubbi, come sul merito partenopeo, nella vittoria sulla (mia) Juve. Le furbizie anche nel calcio, meno in politica, hanno le gambe corte come la Littizzetto. Ho letto su Repubblica le prime news dei risultati elettorali nel piccolo Molise. Il giornale è destinato agli inferi dell'editoria, come il partito che ha inventato. Secondo i "politicamente" corretti, il M5S è in forte calo, passando dal 44 nazionale al 38,5 locale, mentre i vincitori sommano i voti delle Liste Orgoglio Molise 8,3, Popolari per l'Italia 7,1, Udc 7,1 e Fdi 4,4 Iorio per Molise 3,6, Movimento per la Sovranità 2,7 e Popolo in cerca di una Famiglia 0,4. Il primo partito, Forza Italia, prende solo il 9,4, mentre la Lega, pur fuori zona, racimola l'8,4. Il Movimento da solo prende il doppio dei due cardini del centro-destra, eppure per i corretti giornalisti della prima tessera del Pd, i grillini hanno clamorosamente perso. Il Pd? Come la temperatura di Lamezia Terme..NP.  La struttura volutamente inesistente dei pentastellati produce a livello locale dei fantasmi, catalogati come portavoce dei cittadini non vaccinati e gli altri..? Si dovranno accontentare della passerella con vista 4/5 ristoranti. Un "non" partito che passa da due solitari consiglieri a sei, viene considerato perdente, mentre il Pd disperso tra le migliori paste italiane è ancora il partito di riferimento. Ma andate a Capalbio con Michele..Serra.

lunedì 23 aprile 2018

Gianni Indino

Gianni Indino Confcommercio "assolve" le intemperanze dei giovani turisti in riviera fuori stagione "...portano soldi", dice. Quando fra Pasqua e l'inizio della stagione dei bagni gli alberghi sarebbero vuoti, vengono dall'estero per sport, vacanze, Pentecoste, etc., qualcuno si ubriaca, uno l'hanno sorpreso che correva nudo, qualcuno, per fortuna raramente, vola dal terrazzo con gravi conseguenze. E tuttavia per me quello è il turismo fra i migliori, forse non proprio da soldi ma buono, giovane, straniero sia quello giovanile sportivo sia quello goliardico. "Bevono", ma lo fanno anche d'estate. Quindi Giovanni mi trova sostanzialmente d'accordo in linea generale sulla questione e del resto fra pugliesi ci si intende, da Foggia al Salento... le orecchiette... il pane di Altamura, ah che meraviglia le Puglie abbiamo la stessa Weltanschauung. Non lo seguo su espressioni quali cito testualmente "combattere la piaga dell'alcool venduto a basso costo". E' l'alcolismo tout cour a essere una piaga semmai! Già un gestore di locale tipo "fiumi di birra", sosteneva tempo fa che sarebbe da impedire che negozi di alimentari possano vendere bevande alcoliche. Come dire il salumiere che vorrebbe vietare i porchettari col camioncino perché la porchetta non è molto salutare ("i grassi di origine animale sarebbero da evitare perché..."), lì costa meno, da lui costa di più, ergo se ne consumerebbe meno. E' una vecchia storia ormai che gira a Rimini sottotraccia la guerra fra gli spillatori di birra d'élite diciamo il pub dove ti siedi e ti ubriachi lo stesso ma spendi 5 volte e i minimarket bangla dove giovani e non comprano birra a basso costo in cui il Comune spalleggia i pub anche se l'assessorato sarebbe "al" commercio" e non "contro" il commercio. La vendita di alcool ai maggiorenni in Italia e in quasi tutti i paesi civilizzati esclusi quelli teocratici islamici è legale e da qualche anno non c'è neppure distinzione fra somministrare e vendere a minori, sono sanzionati amministrativamente ambedue, quindi cosa si chiede uno statuto speciale per Rimini? Certamente soprattutto a causa della crisi vi è in atto un cambiamento dei costumi sul consumo di alcool. Giovani squattrinati cercano di risparmiare, non possono permettersi come i più adulti di imbriacarsi nel locale di... Turchetti. Il fenomeno era presente anche in passato, rammento in gioventù che il sabato sera si integrava andando a comprare superalcolici al generi alimentari. Il fenomeno riguarda perlopiù maggiorenni, anche se in mezzo c'è anche qualche minore che comunque si ubriaca per lo più nelle discoteche all'aperto molto ben note a chi di dovere. Io credo che loro, questi ristoratori, birrai, vinai, debbano accettare il Mercato che uno si possa comprare la birra dove gli pare e non invocare la chiusura dicendo "per il bene dei giovani" ma intendendo "pro domo mea". L'alcool è già gravato da accise come sappiamo, e le accise servono anche a controllare i consumi come per esempio avviene per il tabacco ma non si può affermare che l'alcool consumato seduto e pagato 10 faccia meno male di quello consumato dove ti pare e pagato 2 o che un aumento del prezzo per contenerne il consumo debba andare a beneficio di una categoria. Non spetta comunque a chi ha interessi in materia invocare norme ma eventualmente a chi si occupa di etilismo e al legislatore nazionale ed europeo. Il riferimento penso dovrebbe essere la normativa europea in materia e non gli interessi economici di una categoria insidiata da un'altra. Tra l'altro Rimini ha una forte vocazione "etilista" come dimostrano le tante feste a tema "embreacamose" e i tanti locali open air che marciano ad alcool, sagre, feste con benedizione quando non organizzazione diretta comunale, birra & salsiccie etc., sicché semmai sarebbe quella eventualmente da contrastare o limitare ma la questione delle bevande alcoliche come si sa è una vecchia storia di difficile soluzione già gli inizi del secolo scorso hanno conosciuto proibizionismo in vari paesi.
 M. A.

Settimana Nera

L'amico Urbinati ha "postato" una interessante analisi sulla condanna (in primo grado) dei trattativisti Stato- Mafia. Ha come (quasi) sempre ragione. Sembra una delle tante sentenze da rivoltare od aggiustare nel corso dei prossimi venti anni. Dell'Utri paga la pessima idea di fondare Forza Italia. Il giudizio ha impresso alla calma delle "trattative" per formare almeno uno straccio di governo, una augurabile accelerazione. Settimana nera per Berlusconi. L'accusato di professione ha fiutato l'aria che tira e colto al volo la sentenza/avviso. Di Maio pulisce bene i cessi ma è capace anche di guidare il paese. Una delle tante gossipate lette racconta che nello staff di Mattarella ci sono opinioni diverse sugli ingredienti del cocktail governativo. Quelli legati (?) al Pd sono per riesumare il partito, ma ci sono consiglieri che pensano di tramutare l'indicazione dei cittadini in un governo. Niente di strano, anche Repubblica esce ancora come non fosse successo niente. Avete notato la sparizione mediatica di Renzi? Anche la più fantasiosa delle ammucchiate politiche non prevede la sua presenza. A Samu Zerbini questo clima non piace, riesce a togliergli perfino l'appetito, lo capisco, ha avuto come maestro il "grande" Ermanno Vichi, fondatore delle "larghe" alleanze. Il Pd era un sogno avverato anche se il capo riminese non è tra i suoi idoli. Pubblico ministero del processo è Nino Di Matteo, candidato autorevole ad un posto di prestigio nell'esecutivo pentastellato. La notizia siciliana è servita però per mettere nell'angolo dei cattivi pensieri il Cavaliere. La strada si è liberata dal fastidioso incomodo, concedendo finalmente libertà di manovra a Salvini. Tutto fatto? Difficile azzardare ipotesi, rimane però una prospettiva più credibile in assenza di altre. Anche il richiamo insistente degli sconfitti alla formazione di un governo "presidenziale" è mera disperazione. Mattarella è nato nella terra delle trattative, cerchiamo di sopravvivere per vedere come finisce. 
PS Il Molise conferma

domenica 22 aprile 2018

I Restituiti

Due righe appena, fotodocumentate su questione arcinote: ebbene signori noi oggi possiamo affermare che il cronoprogramma step by step dell'attuale amministrazione "vedi alla voce Restituzioni" procede come previsto. Dando una scorsa al memorandum che mi ero fatto anni fa, quando l'attuale sindaco promise di "restituire" ai riminesi tante e tante cose che erano state loro sottratte (e non sappiamo se a parlare fosse l'Inconscio, ma non voglio insinuare) praticamente ho messo la spunta a quasi tutto ormai. Teatro in fase di restituzione, Rocca restituita, ballatoio sul canale fatto ex novo, quindi in senso lato "restituito" settimana scorsa, Arco di Ottaviano Augusto Imperatore restituito (dall'amministrazione precedente invero), piazza-sulla-acqua restituita (fatta ex novo, ancor meglio!) pieno così di gente ieri, Piazzetta Agabiti (in tanti ne chiedevano la "restituzione")restituita, Le Celle restituite con le maxipanchine stile Magritte, P.tta San Bernardino restituita e tante e tante stradine zona nord del centro sono state restituite, quindi siamo ormai all'ultimo, forse penultimo atto: restituire ai riminesi il loro ponte che lo reclamano da una vita liberandolo dall'ultimo parcheggio che si è salvato davanti ai ristoranti del borgo e dal traffico auto che lo profana, lo umilia, lo violenta, lo... stupra, lo ppppenetra con violenza senza soluzione di continuità giorno e notte, migliaia di volte al giorno con schifosi puzzolenti mezzi a motore d'ogni stazza. E ovviamente dalla distesa orrenda di lamiere del parcheggio. Quando prossimi mesi a quanto trapela sarà chiuso il parcheggio e pedonalizzato il ponte non resterà che l'ultimo step del "pacchetto restituzioni": ridare alla città il suo anfiteatro che lo aspetta da un millecinquecento anni almeno! 
 A.S.

Affronte

Perchè sei andato via? Pane e vin non ti mancava, il vitalizio era nell'orto. L'Europa è un'altra cosa. L'uscita dal m5stelle di Cardone è stato un geniale colpo di Marco Affronte. La furbizia non gli è mai mancata, Ha sbagliato solo i calcoli elettorali non quelli finanziari. Riteneva impossibile che l'invenzione di Grillo nelle mani di Gigetto potesse sbalordire con un risultato che sembra perfino migliorabile. Troppo lungo il preambolo per atterrare sulla Bolkestein. Il vecchio olandese relatore della Direttiva, quando era commissario europeo, è stato invitato a Roma dalle Donnedamare per un incontro chiarificatore sui temi della delibera dopo le polemiche innescate (solo) in Italia dalla potentissima lobby del sole a pagamento. Devono avere omaggiato l'illustre ospite con un delizioso pranzo e vino dei..colli romani. Notoriamente in Olanda non esistono astemi. L'età e (forse) qualche eccesso hanno prodotto la confusione che l'uditorio voleva. La Direttiva regola tutti i servizi che il pubblico concede ai privati. Definire la "gestione" della spiaggia (a pagamento) un BENE è solo un ringraziamento per l'ospitalità. ll bello è che ci hanno creduto. Cin Cin.