giovedì 14 novembre 2019

Cabaret

Dispiace per Sky, Carlino, Rai e..Repubblica. Hanno fatto (tutto) quello che potevano ed oltre. Tralascio l'assoluzione per le altre comari della propaganda. I blog curiali e ciellini, la cooperativa dell'informazione fila dritto, le associazioni x Gnassi, i civivo senza dare giustificazioni e l'inutilità accertata dei sindacati, stanno combattendo ferocemente per la sopravvivenza. Rimane la speranza di un Lungomare migliore. Dopo i successi su pista protetta, Riziero Santi si candida per un poltroncina all'opposizione. Ha riesumato anche la brillante ironia di Cardone. L'unico che può vantare un senatore come cameramen. La crisi dell’Ilva ha "sputtanato" il grillismo. Ci volevano le ciminiere tarantine per mettere in luce contraddizioni e  debolezze di una mandria assortita a ca.. da una piattaforma. Il Presidente, conosciuto solo entro le mura vaticane, ha detto di non avere nemmeno un Consiglio per la soluzione. Però scrive ai ministri di portare idee e paillettes per festeggiare. Rimuovere lo scudo penale è stato un errore grillino. Sono rimasti all'acqua pubblica, una delle poche cose in grado di capire. Di solito sgorga da sola. Arcelor Mittal visto in quale meridiano e governo era incappata, cercava la scusa per fuggire dal belpaese. L'hanno concessa per atavica incapacità. Il premier che non conosceva (quasi) nessuno ha mostrato limiti finora mascherati dal titolo di avvocato del popolo. Una specialità forense finora sconosciuta. La mia paura è che l'agonia si trascini per settimane e mesi. Almeno due. Il cittadino votante deve capire che il virus giallorosso deve essere estirpato nella cabina elettorale. Il Pd ci ha preso per il cu..spacciandosi per un partito di sinistra governato da democristiani. I grillini con l'attenuante (concessa) di non sapere cosa dire e fare, hanno mostrato che la politica non s'inventa con le stelle ed un blog. Finiscono come e dove meritano. I parlamentari pugliesi ma grillini hanno dato la dimostrazione che si può anche essere seri. Sono stati eletti per chiudere i forni ed hanno sollecitato l'intervento della magistratura. Dopo le figure su Tav, Tip, Tap, Morandi e Trc una parvenza di serietà, anche sbagliata. Mi piacerebbe sentire per una volta un modesto concetto espresso dal senatore per caso. Vedo che ha una diabolica abilità a postare le opinioni (?) dei vari Bugani, mai letto un suo pensierino. Non può rivaleggiare con la Sarti. Chiudete questa esperienza infelice. Lo sapevate che finiva così. I cinque stelle sono nati per opporsi. Nessuno ha mai insegnato loro cosa significhi governare. Lo dimostrano nelle poche città guadagnate con il ballottaggio quando potevano pescare su tutti i fronti. La collocazione con il Pd li ha azzoppati. Fanno concorrenza elettorale ad un partito in disfacimento. La gara a chi si estingue prima. 
PS Chi ha fatto la somma delle promesse di Casa Petitti? Dovrebbero chiuderle il conto...regionale.

Una X

Stamani prima di uscire, come al solito, mi sono guardato allo specchio e mi sono sorpreso vecchio. Di colpo come Venezia l'acqua alta nonostante il Mosè, come Matera ferita nell'orgoglio di città della cultura... come le tante altre cicatrici dovute all'incuranza, le amputazione conseguenti alla trascuratezza idrogeologica. Piuttosto i miei auguri a quelli del 9 Col Moschin (per quelli di Repubblica: Col non significa Colonnello, è un colle espugnato nella grande guerra. Ignoranti!) e del GOI, Comsubin, di pronta guarigione. Ho pensato tuttavia: siamo la settima potenza industriale mondiale. Poi capita di leggere di Alitalia, Ilva, Wherpoll... E allora lo sconforto sale ancora più cinico. Sto invecchiando prematuramente addirittura, se possibile, più del mio paese. A 46 anni ne dimostro ormai dieci in più... Se basta. Eppure, pur di non essere come certuni che ho incontrato nella esistenza, mi va bene così! È un prezzo accettabile. Tanto che mi sento libero di dire che se non sarà questa, la prossima accadrà. Dopo settant'anni occorre l'alternanza, perché da dentro gli onesti non cambiano nulla e alle rivoluzioni non crede nessuno, perché tutti hanno un prezzo. Che sia un seminario da aprire senza vocazioni o ariee da sbloccare, che sia la contiguità al potere con quello che ne consegue...Che siano scelte di alleanze balneari con il tarantino come playmaker e almeno due pivot pensionati da tempo e più vecchi di me, non solo anagraficamente. Vedendo i soggetti ho capito cosa intendesse Renzi! Quelli non li rottami... Li impepi al massimo come le cozze. E non serve manco mandarli a fanculo. Hanno la faccia di bronzo. Si comprano le indulgenze, figuriamoci i resti... Rimane solo il lapis.
P. S. Dicono sappia scrivere bene, saprò mettere una X?
R.Urbinati

mercoledì 13 novembre 2019

Lime e Bird

Solo il freddo e gli "inverni umidi e piovosi" come recita qualsiasi enciclopedia alla voce "Rimini" riusciranno a fermare il dilagare dell'uso dei monopattini elettrici "Bird" e "Lime". Ed io stesso mentre... #scaricavo gli aggionamenti ho installato le due rispettive app nell'eventualità dovessi avere necessità di uno spostamento rapido per pochi km per urgenza emergenza in cui mi trovassi. Rimini o dove ci sono Lime e Bird. Es. mio cuggino Marco G. di Milano mi ha detto che da loro sono diffusissimi da un po' ma per me Rimini si presta ancor più della Capitale economico-finanziaria. Penso che con i prox primi soli anno nuovo turisti etc. sarà fenomeno incontenibile e non oso pensare a questa città così incasinata come traffico solcata da centinaia di turisti o fuorisede in monopattino che essendo elettrici poi neppure possono andare sulle ciclabili. Il mezzo tuttavia come le bici Obike non avrà incidenza sul traffico o sullo smog in quanto per 50 monopattini monopersona in circolazione ci saranno sempre diciamo a spannella 5000 auto: non è sostitutivo ma complementare all'uso per di più il target è over 30. Ed è molto gradito perché a differenza delle bici in pochi minuti a 20km/h ti porta da una frazione a una altra, dall'albergo alla stazione etc. E la nostra gioventù comoda non ama pedalare né era pensabile che le bici Obike così lente e pesanti, potessero portare un turista che non fosse un ciclista da Bellariva al Centro storico: i monopattini sì. Controindicazioni tuttavia tante soprattutto se cominceranno a diventare tanti come io credo ai primi soli primaverili. Per esempio essendo eletrici e non... a trazione umana spostano soltanto l'inquinamento ove l'energia viene prodotta e in più dopo ci saranno le batterie da smaltire quindi non parliamo di ecologia, le auto tali sono e tali rimangono con o senza i monopattini parliamo di una grande idea che potrebbe "incontrare" specie a Rimini e località analoghe. Il mezzo tuttavia vicaria l'assenza della metro, l'onerosità del taxi e un trasporto pubblico assolutamente inefficiente, non conveniente, non puntuale, corse rade, black out notturno quando non serale etc. Pertanto se un turista non intende spendere soldi per un radio taxi e si trova all'e 3 di notte metti zona centro e deve andare a Piazza Pascoli e mezzi pubblici non passano più né poi arrivano più in centro detto turista con qualche euro in pochi minuti è in albergo: la quadratura del cerchio NON riuscita alle bici pubbliche. Sient'ammé dunque: scaricatevi l'app: si sa mai! 
(in foto vedesi personaggio Disney anni '60 Paperetta Ye Ye, che già allora si spostava su mezzi alternativi monopattini, pattini, skate etc.)
 L. Pesce 

Ritiri Francescani

Sceglieranno forse la tranquilla e spirituale Assisi per il ritiro meditativo del governo. Sembra sia stato un consiglio di Travaglio nelle vesti di "influencer" di questa tragicommedia governativa. Era meglio la Ferragni. Un weekend di lavoro. Ricordo che la stessa vocazione penitenziale era spesso usata dal Sindaco Ravaioli. Abbiamo spesso visitato i conventi vicini. Potevamo rimanere nelle comode poltroncine consiliari. Non ho mai avvertito aiuti dall'alto. Roba demoprodiana. Un week end di paura, pensando cosa succederà a fine gennaio. Continuano a rendere il compito di Salvini troppo facile. Italia Viva è in allarme. Conviene sostenere un governo destinato a cadere fragorosamente oppure intraprendere altre strade? Non ha bisogno di suggerimenti il bulletto. Sta acquistando i resti di Forza Italia con poco. Se potesse riprendere le scenette nel ritiro sono convinto che Tarantino riuscirebbe ad imbastire un film da Oscar. Due giorni ed una notte insieme. A Bonafede vengono i brividi, Zingaretti e Di Maio avranno due lettini (francescani) vicini, Non sono bugiardo al punto di augurare la riuscita di una idea che da sola testimonia il livello di un governo. Romano Prodi fece il primo ed ultimo di questi incontri intimi, Si chiamava Seminario. A noi ricorda una operazione immobiliare- politica cha ancora porta i suoi effetti. La Lisi svolge (silenziosamente) il ruolo di vice-sindaco. garante del patto. I socialisti però erano sempre avanti a tutti. Scelsero il Paradiso come luogo di incontri. Non portò bene nemmeno quello. 

martedì 12 novembre 2019

Falsi

Fanno passare "la nuttata". Quello che è successo in Umbria è catalogato dalla propaganda come un lieve incidente di percorso governativo. Ci sono voluti pochi minuti per trovare un accordo sul bilancio. La battaglia di Bologna è però diventata vitale. La Petitti si trasforma in promittente meraviglie e doni. Chiamami Melucci sforna articoli, premiazioni e inaugurazioni. Hanno perfino composto una squadra (mista) di calcetto in maggioranza. Croatti è sempre presente, la Sarti è riapparsa nel medjugorje grillino, sembra quella sulle scale del Palazzo, immortalata nella prima combine di sapore piddino. Il senatore parla sempre con l'aiuto del pool di portavoce. Nel gioco di gennaio in palio c'è l'universo del comunismo dolce, passato quasi indenne, agli eredi della Dc. Pochi lo conoscono nella sua potenza economica, sociale, sindacale, imprenditoriale ed..elettorale. Il regime post comunista nella nostra regione come in Toscana ha imperato per 70 anni. Dagli inutili civivo per Gnassi, alle grandi organizzazioni cooperative e sindacali per finire ad Hera. Centinaia di partecipate, poltrone. fiere, mercati, aeroporti, università, assieme ad un sottobosco pullulante di personaggi facilitatori ma prescritti. Il Pd si sta rimangiando le parole d'ordine lanciate dopo l'uscita del Bulletto. Riconferma le proposte del governo precedente, in particolare quelle con le stigmate a 5 stelle, aggiungendo le stronzate plastiche e gretine. Il capo del governo è lo stesso, meno eversivo di prima e acciaccato dagli scandaletti vaticani. Basta pensare che cosa ha provocato il passaggio di Salvini sotto le "corna" clementine, appartenenti da sempre al partito della Bolognina. Il genio della comunicazione è il ministro della cultura. L'origine di questi personaggi è la stessa. La presunta sinistra si è immmersa nel brodo demo-cristiano. Il valore della conquista emiliano e romagnola risiede nella possibilità di convincere il Colle che votare non è un peccato mortale come farlo (una volta) per i comunisti. In Spagna lo fanno tutte le settimane e lo spread non balla. In altri paesi le forze cosiddette sovraniste sono presenti e governano. Perchè da noi che offriamo inutilmente, anche le vite dei nostri militari, un cambio diventa pericoloso? La vecchia europa sta crollando. Questa è la ragione vera. Se cade anche il decrepito muretto italiano, Macron si troverebbe con la Brigitte Merkel, anche lei non più giovane. La stampa e propaganda non accetta che ci possano essere competitor per i democratici, sia americani che italiani. Giornalisti, scrittori, cantanti, sniffanti ed affini che rappresentano la cultura chic, hanno stupidamente festeggiato l'abbraccio con il grillismo decadente. Come reagiranno di fronte ai prossimi esami elettorali? La Rai insegna. Due giorni e sembrerà che Salvini sia sempre al governo. Gnassi si rifugerà nel suo Borgo. Trovi sempre un parcheggio.

Ho Letto

Capita alle volte a chi si sia dedicato alla religione del disimpegno di leggere che per discutere della Bolognina le guest stars saranno Prodi e tagliatella Fassino. L'uno è il responsabile politico della delazione che ha condotto la sinistra al muro della storia. Quello vero... Non quello crollato! L'altro è quello assorto agli onori della cronaca, prima di consigliare Grillo sul da farsi, che sì... avavano una banca i farabutti. La Bolognina appunto. Un luogo storico. Lì ebbe inizio la resistenza emiliano romagnola al nazifascismo. Sapete invece di essere un luogo di culto come lo è una cabina telegrafica, perfino peggiore del cesso degli sposi di piazzale Boscovic, in Australia cosa c'è??! Ebbene veniamo a noi: c'è una parrucchiera cinese. Per fortuna dico che sono arrivati dalla Cina a dare un futuro ad un luogo dell'anima. Ecco signor Prodi e Fassina vi servo il vostro risultato. Avrete banche, assicurazioni, stipendi, prebende e pensioni, ma per me siete dei falliti. Ho sempre amato e difeso i miserabili per amore e vocazione. Ma anche io debbo ammetterlo: davanti a certuni è giusta la resa. 
P. S. dovevano chiamare Casini e Mastella forse ne sanno di più.
R.Urbinati

lunedì 11 novembre 2019

Contenti Voi...

Cari Dem, va tutto bene così? Quello giallorosso è un governo sul filo del rasoio, diviso e litigioso. A uscirne sempre più indebolito è però il Partito Democratico che  appare incapace di distinguersi. Dalla nascita del governo a oggi, il PD ha votato e difeso tutti i provvedimenti del precedente esecutivo marchiati a cinque stelle. Zingaretti, per quello che conta e Franceschini hanno dichiarato l’intenzione di formare una coalizione permanente con i grillini. Le ultime voci dicono che per ringraziare, i cinque stelle sono disponibili a non presentare una loro lista in regione. Così i sondaggi possono confermare le intenzioni di voto e non rischiano di cadere nell'ennesima diaspora. Chiamami Melucci sta facendo concorrenza ai blog curiali e ciellini. Ha moltiplicato (evangelicamente) qualche decina di persone obbligate a presenziare, nel migliaio osannante Bonaccini. Fanno tenerezza, sono in preda alla paura degli scatoloni. Pensate cosa succederà se la regione cade in mani sovraniste. Quanti portavoce e Funelli devono trovare un lavoro? La notizia che il Pd si presenta da solo alle regionali, senza la lista grillina d'accompagno, sembra verosimile. E' dettata anche dalla realistica presa d'atto che possono aggravare l'emoragia di voti. Fuori moda e mercato. rimangono in piedi come portatori di poltrone parlamentari. Le ancelle dell'informazione li trattano invece come protagonisti della politica. Quando parlano però capisci tutto. Zingaretti nella sua immensa debolezza ha fatto filtrare la notizia che il caso di elezioni si presenterebbe con Conte candidato premier. Nessuna reazione dal Partito di Capalbio, quelli che guardano tutto con la puzzetta (democratica) sotto il naso. In Europa dove hanno governato le sinistre con la irrilevante eccezione del Portogallo, i partiti della destra anche estrema stanno conquistando seggi e potere. In Italia per la renitenza del Presidente a concedere il voto siamo in attesa. Le giustificazioni abbondano, A parti invertite (Berlusconi) hanno aspettato molto meno. Allora il mondo, attorno al nascente Pd, era molto forte. La giustizia, in nome del popolo, chiedeva lo scalpo del pelato. Il governo che si nasconde dietro la necessità di un esecutivo, mostra limiti evidenti, ogni giorno più accentuati. La mandria grillina è riuscita a saltare anche l'asticella della comicità. Abbiamo una controprova alla fine di gennaio. Avvertite la Petitti che la cassaforte di Via Moro si sta prosciugando. Sta nascendo il Sistema Riccione. Siete cattivi, rubate a Gnassi anche i titoli?