domenica 8 dicembre 2019

Ci Siamo

Ci siamo. Ogni tanto penso se avessero dovuto decidere la data del "D Day" questi 4 politici da strapazzo. La storia dei popoli passa dalle sofferenze delle dominazioni. Un paese asiatico come il Vietnam ha messo in riga francesi e Unitated States of America. Un popolo capace di soffrire così tanto da reagire con la stessa forza uguale e contraria. Credo a differenza degli italiani che dominati da 2000 anni, dopo aver comandato il mondo, mantengono il mignolo alzato solo quando sorseggiando il caffè dimostrano l'inutilità della commedia all'italiana alla Vanzina. La storia...senza sardine indotte e tonni in scatola ha un respiro più ampio per fortuna. Come la memoria piace solo ai professori di religione, quando serve per parlarci di cristo e suo figlio. Per il resto non vale un c... o, esattamente come i rivoluzionari con il sol dell'avvenire da aperitivo. È Natale! Tutti sono più buoni... Anche Ciciruacchio è stato fondamentale. Credo che se andate a Cervia possiate trovare una via ad Egli dedicata. Non è finito in croce, ma è morto lo stesso fucilato dagli austriaci. Pare scortasse un certo Garibaldi dopo la disfatta della Republica romana. Ciciruacchio... Scriveva col gesso nero sulle mura della Roma vaticana. O forse non era egli che dicono non sapesse scrivere. Lo ricordo perché ci accomuna...povero ciabattino. Anche noi scriviamo. Non sui muri vaticani, ma su quelli della Rimini da bere del patron Gnassi in Pizzo aliante. Lo fermerà solo il vento. Non ci sono mai piaciuti i Papi del resto... I vice ancor meno. Non cominceranno di più e di certo a piacerci le papesse, da esposizione a Louvre, conosciute quando stendere le mani frequentavo i salotti del potere comunista. Il tempo spero sia scaduto anche per confessarsi. Hai peccato! Io non lo faccio da ormai 40 anni. Non ho nulla da rimproverarmi. 
 P. S. Non la vuole più nemmeno Macron.
R.Urbinati

sabato 7 dicembre 2019

Ci Piace Bonafede

Il M5S, nella sua inarrestabile decadenza, conserva i vizi peggiori di una politica che doveva rivoluzionare. Toninelli venne inquadrato spietatamente dalle telecamere quando successe la tragedia genovese. Mostrò limiti che altri, come e peggio di lui, ci riservano a Rimini come a Roma. Questo è il movimento bellezze. Travaglio non indovina mai il cavallo vincente. Ha assunto, penso per motivi di sopravvivenza editoriale, il compito di impartire lezioni al neonato movimento. Sembrava una operazione riuscita, tanto è vero che nei due governi, con la loro applaudita partecipazione, hanno voluto, fortemente voluto, il ministero del Fatto. Il problema è stata la scelta del segnaposto. Bonafede lo interpreta magnificamente. Sembra Croatti che fa il senatore. Ho dato (solo) 12 esami di giurisprudenza urbinate, impreziositi da un 25 con il Prof. Delitala in Diritto Privato. La laurea in difesa personale, l'ho guadagnata per alcune vicende che mi hanno iscritto nel partito dei garantisti. Non applaudo, tanto meno godo, quando leggo che qualcuno viene incarcerato per farlo..parlare. Credetemi è un mezzo implacabile se hai qualche cosa da nascondere. Vale per Bibbiano come per qualche sindaco (Battazza) più vicino. Una riforma sarebbe necessaria, ma non hanno la forza e la coscienza pulita per farla. Tentano di stringere rapporti personali e politici con la delicatissima controparte. Presa troppo larga? Argomento scottante. Chi pensa di non essere mai toccato, può diventare un grillino giustizialista, con gli altri. Bonafede non è nemmeno un avvocatuccio del popolo. Sta facendo quello che vogliono gli strateghi del Csm. Perchè non si parla più della separazione delle carriere? La vicenda Palamara ancora pesa per quanto sia subito sparita dai radar giornalistici. La stampa dipende dalle veline di quei palazzi. La prescrizione alla grillina è scandalosa. Sei processabile a vita. Un lungo martirio come quando parla..Prodi. Il processo prescritto è una sconfitta per la giustizia. Candidate Travaglio, smetterà di condizionare le parti più deboli e vulnerabili. Il Pd ha scelto Tonelli di Rai 3, tanto per mostrare da che parte pende l'informazione regionale. I blog ciellini-curiali mostrano oltre ogni ragionevole dubbio che per loro la paura di perdere la regione significa la cessazione del lavoro. Vale per migliaia di altre persone. Dipendenti dal Pd come fosse un metadone del fine mese. E' sparito il Mes. Dopo avere riempito pagine con spiegazioni di parte, si sono accorti che perfino la nostra costituzione, spesso tirata come la pelle dei..impone il passaggio parlamentare. Per la paura lo hanno fatto sparire. Si può sapere quanto vale mantenere questo governo? Ci sarà una prudente stima di quello che è in ballo? Miliardi sicuramente. Il ministro della Giustizia è stato accolto da una standing ovation al congresso dell'Anm. Migliaia di penalisti hanno fatto bivacco per protestare contro la legge del processo eterno. Io sto con loro, sono stati gli unici che mi hanno difeso.

venerdì 6 dicembre 2019

Le Cambiatrici

Le abitudini: c'è quello che si beve il c.d. "ammazza caffè" dopo il caffè una cosa assurda sia in senso letterale che figurato cosa ti ha fatto il caffè perché vuoi ucciderlo? Nonché: lo hai appena bevuto, perché vuoi "ammazzarne" il sapore? E c'è quello che si fa la pennichella dopo pranzo, quello che la sera fa due passi con il cane, quello... quello che si scaccola e quello che fa la scarpetta e qui siamo nel campo delle "cattive abitudini" e via dicendo potremmo scrivere un trattato in materia. Ma da qualche anno a Rimini circola il mantra "I riminesi devono cambiare abitudini": una cosa assurda, un'espressione assurda che nessuno mai si sognerebbe di pronunciare specie riferito agli abitanti di una città specie riferito a un amministratore il cui compito è amministrare non fare il moralizzatore o il "cambiatore di abitudini". Insomma la Montini, responsabile dell'Ambiente e di Hera per il Comune vorrebbe esempio venire a tirarmi giù dal letto "alzati, pelandrone!" mentre tutti sanno che prima delle 2 del pomeriggio non mi alzo certo direte "ah guardi lei se si espone così poco alla luce solare va in deficit di vitamina D" in quanto d'inverno ci sono poche ore di luce ma è appunto una Abitudine, un "abito" si sarebbe detto in passato, un "habitus" ancor prima e come sanno anche i bimbi le abitudini sono molto, molto, molto difficili da cambiare. Nel caso la Montini ripete appunto come meme questa frase per me inquietante ossia la Montini vorrebbe mandarci tutti in bici come i cinesi che ora girano in Suv nella nebbia da inquinamento delle loro città ed anche in Italia invero, i cinesi degli anni '50, vorrebbe "maoizzarci" tutti, la mattina migliaia di Riminesi freddo della madonna si riversano sotto le caratteristiche piogge autunnali di questa zona si riversano in strade donne vecchi bambini: tutti. E lo ripete di continuo e per questo dico mi inquieta questo asserto "i riminesi devono cambiare abitudini" perché in apparenza si riferisce a mandarci tutti in bici ma teoricamente potrebbe essere inteso, attenzione, in senso più ampio, come qualcosa che le sfuggisse da una dimensione profonda della sua capoccia, a qualcosa che ella auspica non solo nel senso degli spostamenti ma in senso più ampio. Non è la sola: anche l'addetta bici-spostamenti, Sig.ra Frisoni,, anch'ella del Comune incorre, inciampa spesso in questa ermetica espressione e appunto assolutamente fuori luogo perché di cambiatori di abitudini non se n'è mai visti per quanto riguardi gli amministratori è un unicuum riminese e come detto sopra l'espressione essendo riferita all'uso di bici può essere un'incursione diciamo dell'Inconscio per brevità a livello esplicito, per chi vuol capire: l'ultima l'ha detta ieri Montini in relazione ai residenti e commercianti della zona Ponte della Resistenza ove stanno realizzando una pista ciclabile che se ne lamentavano come riporta giornale d'oggi. 
(in foto vedonsi le due cambiatrici di abitudini). 
M.A.

Degradate

Non voglio portar loro sfiga ma per me Pesaresi & "soci" (raggruppamento temporaneo di imprese) non ce la fanno a rimanere nei termini di giugno per la fine dei lavori sul nuovo asse che dovrebbe scelleratamente liberare il lungomare nord dalle auto finanziato non si sa bene ancora con il bando delle periferie ("degradate"; ma dài!) quando poi onestamente a Viserba-Viserbella non sarà marina centro ma di degradato non vi è nulla poi per ora paghiamo noi e RFI (ferrovie) perché questi soldini benedetti del Bando non risulta siano arrivati dicevo dunque non riescono a finire un cantiere dannosissimo per chi debba venire per esempio a Rimini mare passando dalla Tolemaide e che è ivi da giugno scorso e giugno 2020 dovrebbero consegnare la nuova strada che collega via Tolemaide quindi virtualmente casello Rimini Nord alla Conad c.d. "Di Fonti" o "Fontane" non rammento e mi scuso con i titolari che sono credo ma non sono del gruppo Bellavista perché poi dovrebbero avere questo collegamento privilegiato onerosissimo per le tasche dei cittadini parliamo di molti milioni di euro non si sa allora te da giugno e fino a giugno prossimo almeno ti infili in questo cunicolo rischiando di cozzare con la macchina perché causa cantiere è strettissimo bene io dico hanno sbagliato i conti esattamente come con il Trc apro e chiudo parentesi non credo nella maniera più assoluta che faccia ottomila passeggeri al giorno quindi dicevo errore madornale, marchiano, da dilettanti allo sbaraglio la linea Rimini-Ravenna-Ferrara è stata realizzata fine '800 con uno sforzo imponente di mezzi e tempi lunghissimi e mano d'opera pagata niente come niente erano pagati i braccianti nell'800 ma attenzione c'era già una... "scienza delle ferrovie" pertanto è stata fatta con tutti i crismi hanno realizzato un terrapieno armato in metallo da 400 mm roba da grattacielo che avrebbe dovuto sostenere il transito dei treni etc., una grande opera di quei tempi costata tanto e tanto lavoro e tempo e competenze etc. ora ditemi voi come si può pensare che per favorire [omissis] e annientare il lungomare nord di mettere mano non per 10 metri ma per almeno due chilometri ad un opera di quel tipo realizzata sedimentata con tutto quello che le è nato attorno 140 anni fa una follia!, ed infatti non riusciranno a rispettare né costi né tempi dopo aver abbattuto poi forse centinaia di alberi ci sono sottopassi da modificare abbattere la massicciata che regge la ferrovia ripeto non metri ma chilometri un'idea demenziale alla fine ci riusciranno certo ma non a giugno per me e avranno se posso usare questa espressione un po' forte sebbene chi mi conosce lo sa non ami la trivialità "sodomizzato" un'area antropizzata post 1889 proprio in virtù della costruzione della linea ossia noi ci troviamo di fronte a un "affaire" Trc-bis sebbene non faccia notizia perché in zona marginale; nossignori no, non ce la fanno per me nei termini e nei costi, poi, per carità tutto è possibile ma non ce la fanno. 
M.S.

giovedì 5 dicembre 2019

Bacio in Bocca

Mentre nasce una lista al giorno per togliere la paura attorno al Pd, la sceneggiata parlamentare con protagonista il più sconosciuto dei premier mai eletti, ha messo in ulteriore agitazione il partito del Carlino. Sembra ritornare di moda il famoso bacio lgbt tra un accondiscendente Gigetto ed il Truce. Al Nazareno hanno preparato la tessera per Giuseppi. Se la merita più di De Benedetti comprato con tutta la Repubblica e Espresso da Elkann. Crosetti sarà costretto a scrivere bene della Juve. Il M5S, spinto da Grillo, ha rianimato un partito, consegnandogli un potere che il popolo aveva cancellato. Il governo è una invenzione delle sardine che contano. Due debolezze fanno una forza da ridere. L'Ursula dovrebbe consegnare a Zerbini un riconoscimento per l'instancabile azione (gratuita) che svolge a favore della maledetta idea prodiana. Sono arrivati al punto di costringerci a prendere soldi che non abbiamo ancora versato, su cui però dobbiamo pagare interessi nel caso ci debbano servire. Ho ascoltato la protervia di Conte e l'atteggiamento minaccioso nei confronti del Calimero a 5 stelle. Un accordo di quella natura deve essere votato da tutto il Parlamento. I cinque stelle ormai declassati a bed&breakfast della politica, pagano per tutti. Le intenzioni di voto parlano chiaro. Salvini ha rivolto il canto delle sirene agli ex amici. In realtà le due forze sarebbero molto più complementari di quelli voluti dagli sponsor della Gretina. Arriva a Lisbona su un modesto catamarano ecologico costato solo due milioni. Le ragioni che hanno spinto Beppe in braccio a Zingaretti sono da indagine politica. Travaglio rimane silenzioso. Il Mes va riformato. Sembra la lettera di licenziamento dell'avvocato del popolo vaticano. Sarebbe arrivato il momento di pensare alla nostra città che ha spostato i punti d'eccellenza oltre il fiume. Don Abbondio ha ragione, dove sono finiti i tanti cattolici impegnati nella politica delle poltrone? Quelli ancora vivi, nel Pd, gli altri in attesa. I miracoli avvengono raramente e poi devi trovare un postulatore della causa. Cosa molto diversa dal mestiere del facilitatore. Riacceso l'amore diverso tra Salvini e Di Maio? L'appuntamento è in parlamento quando si voterà il Mes. L'italica fantasia riesce ad ipotizzare perfino un governo Salvini-Meloni con l'appoggio esterno dei grillini. Mi fermo, non vorrei che la maggioranza riminese si offendesse se qualcuno riesce a fare peggio di loro.

Quattro Ragazzi

Non fatevi ingannare dai tre/quattro ragazzi allevati nelle batterie del prodismo bolognese, cosa diversa, spesso conflittuale con la sinistra del comunismo all'italiana. Sono gretini scelti dopo accurata selezione. Riescono ad interpretare con ottimi risvolti mediatici una parte inadatta ai Bersani e Zingaretti. La paura di Salvini ha proposto un modo nuovo di interpretare la politica orfana delle ideologie ed in mano a sprovveduti della piattaforma. Dovrei essere un nostalgico delle vecchie abitudini, con i partiti e le loro organizzazioni spesso elefantiache. Attenzione a gettare via l'acqua sporca con il segretario. Oggi partecipano attraverso i social. Strumento veloce e pericoloso. Aumenta la superficialità con cui vengono allacciate le discussioni. Manca la partecipazione diretta. Più facile però una convocazione in piazza. Occorre prendere atto del cambiamento. La vedo però come un'altra occasione sprecata. Le sardine prodiane non avevano niente da rimproverare ai cugini piddini? Oppure erano state alimentate ed istruite solo per fermare Salvini? Ci sarebbe un metodo antico ma sempre valido: prendere più voti. Qui cascano asini, pesci e Saviano.  

mercoledì 4 dicembre 2019

Lotta e Governo

Le sardine sono finite nel piatto di Saviano. Fine annunciata per un branco che suscitava curiosità, nonostante fosse un'altra invenzione prodiana. Non bastava l'Europa. Una filosofia felsinea che ha sempre guardato (bene) gli interessi personali poi, poi, poi, quelli pubblici. La battaglia per Bologna ha messo in moto anche l'organizzazione che ruota attorno al gorgogliatore di professione. Un armata poderosa, con enormi possibilità finanziarie, abbraccia un arco politico che va dall'università, consulenze milionarie, fino alle cooperative, per arrivare come sempre in..Chiesa. Il Pd si accoda. Non riesce più ad essere la guida. Sono scomparsi gli uomini della vecchia nomenclatura del comunismo dolcificato, mentre tutta la democristianeria sopravvissuta che non aveva trovato rifugio dal Cavaliere, è arrivata nel Pd. Provate a pensare a quelli che nella nostra città, sono transitati nell'Italia Viva ma già indagata di Renzi. Sono, più o meno, rimasugli di quell'area. Il pesce azzurro, assunto come simpatica denominazione, ha subito abboccato l'amo di Saviano. Era inevitabile cadesse la copertura. Sono piddini di mare povero. Vedremo in quanti risponderanno all'appello elettorale. Se fossero sicuri che le sardine, moltiplicate in ogni piazza, come volle nostro signore di Repubblica, si confermassero nelle cabine, saremmo già in campagna elettorale. Stanno mantenendo in vita un governo del ca.,.per ragioni scandalose. Litigano su tutto, ma le prebende uniscono i Croatti. Scomparirebbero in caso di elezioni. Lo vedremo presto. Intanto per il 2020 sono calendariati tutti i lavori e buchi promessi da Gnassi, La regione di Bonaccini avrà una nuova reggente, giustamente colorata di verde, la Calabria era già persa prima di votare, rimane da nominare il Presidente della Repubblica fondata sul Mes. Per molto tempo il Pd dovrà andare a sardine da piazza.