venerdì 27 maggio 2022

Briciole di Verità.

Tra culi, tette e qualche pene "ritoccato" senza suscitare proteste, il Blog di Dagostino,  leader dell'atlantismo nudo, è costretto, dalle vicende ucraine, a pubblicare anche qualche piccola ma straordinaria verità. Troppe ce ne saranno da godere. L'acciaieria bonificata nasconde tonnellate di storia e nazismo. Spero che Putin abbia aperto il fascicolo sanitario, ha il record delle patologie accertate dalle intelligence. Secondo quella prevalente, i russi hanno preso il pieno controllo del Mar d'Azov insieme allo stretto di Kerch, bloccando i porti sul Mar Nero. Tonnellate di grano aspettano. Valgono il ritiro delle sanzioni? Insomma secondo l'intelligence di uno normale, va a finire che i russi vincono il primo tempo di una guerra scatenata per dare ragione a Soros. Già propenso a quella mondiale. Fate presto non ha molto tempo..davanti. Cosa gli è rimasto in magazzino? Dopo settimane di stallo ed annunci di schiaffoni presi da Mad Vlad, finisce che il dittatore, con melanomi plurimi, vince la guerra, dichiarata senza volerlo, da Biden. Se ci saranno ritardi nella resa sono dovuti alla difficoltà di capire il Piano della Pace, recapitato da Gigino.
PS La Carla Franchini è ingaggiata dal Pd di Riccione. A Rimini hanno preferito Sarti e Croatti. Rimini, finalmente, diventerà città aperta ai gay. Un'altra sanatoria?
massimo lugaresi

giovedì 26 maggio 2022

Maledetto Grillismo

Secondo le posizioni strategiche del Pd il "nemico", oltre, naturalmente, Putin, rimane Conte, l'avvocato di Volturara e poco più. Lo definiscono come il curatore fallimentare dei grillini. Opinione che sembra piuttosto vera secondo le ultime previsioni elettorali che vengono sempre dalla casa madre. Il Pd di Letta è un miscuglio molto diverso da quello originario composto dagli eredi del comunismo che hanno "festeggiato" i cento anni di Berlinguer ..in silenzio. Anzi ho letto alcuni acidi commenti di personaggini oggi intimi con questo agglomerato atlantico. Il richiamo dell'ultimo segretario comunista oggi sarebbe molto filoputiniano. Intanto Berlusconi, dopo venti anni,"gode" ancora del trattamento (democratico) previsto per avere organizzato feste e spogliarelli in casa sua. Così impara. Mentre l'America continua a regalarci immagini stragiste senza una spiegazione comprensibile se non quella (falsa) del commercio di armi. La moglie del "comico" presidente, la più sveglia in famiglia, ha lasciato sul luogo dell'ultima esecuzione di masse scolastiche, con i tacchi a spillo d'ordinanza, una corona. Ha fatto il suo dovere televisivo. Al resto ci pensa il marito in eterna confusione. Per l'atlantismo di guerra non arrivano buone notizie dall'Ucraina. Senza fretta e con tonnellate di grano, il Mad Vlad, pur appesantito dalle quantità di masse tumorali, ha quasi raggiunto il suo obiettivo ucraino. Non sapendo come rispondere dopo il Piano di Pace recapitato da Gigetto (Di Maio), se la prendono con gli oligarchi costretti alla fame senza yachts. Soros invece era invitato speciale al solito banchetto culturale a Davos. Insomma al Pd di Letta va bene solo la componente minoritaria del grillismo del docile ed improbabile ministro agli esteri. Certo che un confronto tra Gigino degli Spalti e Sergej Lavrov sarebbe commovente. In compenso nella disfida riccionese, ribaltata rispetto a quella riminese, godono dell'endorsement della Carla Franchini per la candidata piddina in quota Cna. Insomma hanno gettato da tempo ogni precauzione, si mostrano con il vero volto degli occupatori di poltrone senza guardare chi le ha fabbricate. La Karla, come la chiamava Cardone, era però una delle poche presentabili. Hanno scelto Croatti e Sarti, ca..loro. Si restringono gli spazi attorno al sistema (tolemaico) dei democratici ed atlantici. Il governo litiga per i cari ombrelloni pieni di voti balneari. Da un lato 5 partiti o forse sei che si dividono i gradimenti e dall'altro il "truce" commissario del debito italiano che cura gli interessi ed il Recovery della Ursula. Chi può vincere? 
massimo lugaresi

Para Bellum

Si Vis Pacem. Questo è il motto di Putin, tra un tumore ed il tremolio di gambe e braccia. Il Piano di Pace italiano, preparato dall'atlantico Draghi ma consegnato da Gigetto e (naturalmente) anticipato da Repubblica, sembra sia invece una mossa per placare le insignificanti fibrillazioni interne alla coalizione per il raggiungimento del quorum pensionistico. L'Unione Europea, nota propaggine dei voleri americani, la considera un marchingegno all'italiana, per combattere le intemerate del Conte di Volturara o i filoputiniani pentiti. In realtà l'unica corrente (seriamente) interessata ad un accordo è quella della sinistra ancora presente e sofferente nel Pd, con l'aiuto (sincero) del Papa. Questo connubio difficile da valutare elettoralmente "turba" la quieta, inavvertibile presenza di Letta. Il gioco (atlantico) del Pd è delegato alla stampa di contorno. La componente contraria rimane per ora piuttosto coperta, lo dimostra a Rimini il silenzio di Chiamami Melucci e della garrula Lia Celi. Credo però ci sia nel Pd un "contrasto" su alcuni progetti decisivi. Sono lasciti del Principe. Il successore merita però la fama di ascoltatore cordiale e corretto. Corre molto, sempre presente, deve ancora mostrare la (sua) proposta per la Città. Se ci fermiamo al Monopoli siamo sempre nella nebbia da Castello. Appoggiare i monopattini e le turbe pedonali della Nipote, non credo lo porti lontano nel tempo. Il primo impatto è stato positivo, deve smettere di delegare la turba dilettantesca. Gli effetti del comunismo che ha "spadroneggiato" nella cultura italiana si rianimano in occasione della guerra voluta per procura da Biden, senza accorgersene. Il Mad è Putin. I vecchi extraparlamentari, mestatori nelle piazze, con qualche bomba per fare rumore, sono liberi ed accasati nelle migliori borghesie giornalistiche ed imprenditoriali. Quasi tutti fortemente atlantici. Sono i saccenti predicatori televisivi al servizio della Nato, da loro amata. La caduta di Zelensky è perfino fragorosa. Non lo cita più nessuno, stanno uscendo faticosamente dai bassifondi di Mariupol verità scottanti. Non appare però lo "scontento" ucraino, sembrano tutti felici di morire. Quando avremo notizie più sicure sul destino mercantile della ex Questura del Gabibbo, il Monopoli diventerà più interessante. Un altro supermercato fa sempre gola a tanti. Però sarà perfettamente integrato nell'ambiente circostante. Non si sentirà solo. 
massimo lugaresi

mercoledì 25 maggio 2022

Il Piano della Pace

Letta assume spesso e bene le "somiglianze " con Biden. Dice una cosa (proporzionale) e il giorno dopo Repubblica lo smentisce. Ha voluto come alleati i grillini e si sono spaccati. Manca solo la dichiarazione di guerra, così per scherzare o un ritiro "afgano" dalla politica. Il presidente americano nello stupendo revival di Stanlio continua la campagna del comico per caso. L'ultima (?) espressione del segretario piddino è stata davvero bideniana: "Non ci vengano a chiedere di rimediare" E' rivolta al suo elettorato nel caso (certissimo) di andare all'opposizione dopo 20 anni. Il gaffeur nostrano mostra i limiti strutturali di un partito nato dalle ceneri del comunismo per diventare più atlantico di Gentiloni. Tutte (tutte) le più alte cariche istituzionali sono appannaggio di vecchi rappresentanti la Dc. Niente di male, ricordo solo fosse "antagonista" al nostro comunismo dolce anche se interpretato da Togliatti. Sembra, secondo la propaganda ammaestrata, che Putin tra un tumore sicuro ed accertati disturbi mentali, stia "valutando" il misterioso Piano della Pace italiano. Nessuno, eccetto Draghi, conosce i contenuti, però i giornaloni lo sbandierano come l'ennesima vittoria del premier mai eletto. Credo che il nostro paese indebitato sia stato estratto dalla Nato proprio per la sua inconsistenza. Chi ha votato o sottoscritto la proposta? Cosa dice il Piano? Non doveva vincere Zelensky? Stava liberando l'Ucraina dall'invasore. Noi dobbiamo ingoiare le notizie delle varie intelligence nemiche. Perfino Berlusconi è stato costretto ad un timido passo verso la verità. Impresa epocale. L'amico Scalabrin mi ha rimproverato per la "delusione" che provoca Salvini. E' vero, la scelta a lui imposta dalla componente governativa, aleggiante (molto) nella Lega, lo ha tirato fuori dal gioco politico che stava dominando. Ha lasciato il testimone ed i voti alla Meloni. Siamo arrivati, sempre per non votare, al virus delle scimmie. Per il momento abbiamo più animali che infetti. Ci dobbiamo accontentare di un referendum che interessa solo i "toccati" dalla Mano della Giustizia. Ogni giorno però Draghi minaccia le dimissioni. Provate a giocare d'anticipo. Tanto la patrimoniale è già decisa. 
massimo lugaresi

San Mattarella

Arriva il secondo miracolo di Mattarella ed inizia il breve periodo della (giusta) santificazione. Personaggio singolare nel turbolento panorama. Meno famoso del fratello colpito dalla mafia siciliana, mescolata doverosamente alla politica, venne eletto a dispetto di una consistente fetta del suo partito (Renzi) contraria. Sembrava una delle solite figurine messe per occupare il posto. Il precipitare dell'etica politica, la scomparsa dei partiti, già ridimensionati, gli ha concesso una "prateria" ed il suo leggero svolazzare da un discorso quattro stagioni ad un abbraccio ai bambini, gli ha regalato il comando (vero) del paese. Tutti sembrano fidarsi di lui. Si è attorniato di personaggi che contano, sempre lontano dalle polemiche, anche sulla giustizia, fingendo di riformarla con la "sua" Cartabia. La riconferma è stata un omaggio della politica italiana. Ha il cosiddetto "morso" leggero e meno arrogante di Napolitano, ha imposto l'invocato (da me) presidenzialismo. Lo ritengo largamente migliore del "niente" Mario. L'Europa si fida di lui più di quanto mostri con Draghi. Dopo la sconfitta subita nella mancata scalata del Quirinale, il quinto premier mai eletto, è diventato più debole e più (atlanticamente) insopportabile. Confida sul terrore parlamentare di andare a votare. Solo la Meloni le gradisce. Salvini è con le pa..in mezzo all'uscio leghista. Strette tra i governatori nordisti e la sua instabilità emotiva che lo portano da un Papeete ad un citofono. E' uno straordinario "uomo" delle piazze, per questo le vietano. Gentiloni, modesta figura, impartisce ordini per conto di chi?? Dobbiamo portare a termine la riforma del catasto e rivalutare i nostri patrimoni. Cinico discorso bancario nel caso (certo) di un totale fallimento. Ci salveranno i lungomari, curiosi slalom tra palme, cespugli, bici, pattini, monopattini e perfino" sedie e tavoli del bar, Tanti auguri Mattia Morolli, ne hai bisogno più di me.
lugaresi massimo

martedì 24 maggio 2022

Letta e Meloni

Comincia sempre Repubblica, postando, in prima pagina, una foto (amichevole) del 2003 di Berlusconi con Putin. Per un giornale che gli ha dato la caccia per quasi 20 anni è quasi un omaggio ed indica la strada per Letta. Tra le "stranezze" di questo governo fondato sull'accattonaggio delle prebende mensili, c'è un aspetto ancora più sgradevole: la Meloni nel suo furbesco girotondo per qualche voto è in perfetta linea atlantica con il Pd. Nessuno scandalo, Crik e Crok del berlusconismo governativo sono inchiodati sulla poltrona ministeriale. E poi ce la prendiamo sempre con i poveri grillini. C'è perfino di peggio. Governo impresentabile, augurabile una rapida scomparsa, con salutari elezioni. I bagnini e non solo, la vedono brutta. Pensavano che il commissario del debito italiano potesse permutarli con il Recovery? Lo ripeto: Draghi è una figura  imposta dall'Europa per paura che gli italiani non onorassero il debito monstre accumulato. La presunta riforma del catasto è la garanzia per mettere mani e pegni sul capitale immobiliare che abbiamo accumulato. L'unica cosa possibile è il voto dei referendum sulla giustizia. Difficilmente otterremo il quorum. Tutto studiato alla perfezione. Quando una cosa non si deve fare arrivano gli aiuti insperati, sempre però democratici. Il NYT, un giornaletto americano che viene considerato la Bibbia, ha preso le distanze dalla strategia (inconscia) di Biden. Finita la parte grottesca si sta incanalando nel pericoloso conflitto per i padroni della Nato. Invita l'Amministrazione americana a riconsiderare la situazione che si è creata fidandosi delle intelligence. Putin sta vincendo, nonostante i troppi tumori accumulati ed il tremore alle gambe. Gli oligarchi che si ribellavano possono godere della valutazione del rublo, mai così alta. Le sanzioni sono state miracolose per cessare la guerra ed aiutare la nostra economia sofferente. La propaganda ha dovuto mettere le notizie da Kiev e dintorni in terza pagina. Sono bravi, allenati dal virus, diventato da..scimmia. Abbiamo dei campioni televisivi. E' utile l'ingresso in Europa di Zelensky? E' necessario quello di Svezia e Finlandia nella Nato? Finita una guerra circoscritta, dobbiamo "tremare" in attesa di una ..mondiale?  Avete paura di essere citati come filoputiniani od avere ancora luce e gas e..pane? Usano il termine post fascista quando la Meloni prende troppo il largo, mai quello del post comunismo per il Pd. Draghi non sarà mai il mio premier. Vorrei scegliere con il voto. Vince chi convince. Siamo sempre eterodiretti. L'Europa per noi è un guinzaglio che abbiamo volutamente indossato. Con un debito salito a 2.755 milioni di euro difficile essere liberi. L'uso, prima della pandemia poi della guerra serve per non votare. Oggi il centrodestra con i limiti e le grottesche situazioni vincerebbe facilmente, come spero a Riccione. Si stancheranno di indagare la Tosi. Non ho mai pensato che la Cartabia fosse in grado o meglio "potesse" riformare seriamente la giustizia. Solo un violento cambio di governo cancellerebbe le testimonianze probate di Palamara, confermate dalla famiglia Renzi. In termini volgari la situazione è questa. Non più quella che leggete sui giornaloni anche se stanno virando di bolina. Un pò come il nuovo (?) sindaco di Rimini. Sta organizzando, giustamente, il suo partito, non si fida del Pd o di quello che è rimasto. Chiamami Melucci al momento è solo all'opposizione della Nipote, la dea della mobilità tra le palme. Il presunto lungomare viserbese è diventato un quiz. I carri attrezzi gongolano. 
massimo lugaresi

lunedì 23 maggio 2022

Ha Ballato e Perso

Per un personaggio sconosciuto, giunto ai vertici mondiali dei social apprezzamenti, con una lingerie tutta sua, è arrivato il momento della sconfitta. La "presa" di Azovstal ed il riconoscimento dei nostalgici del nazismo, trasformato in resistenza democratica, ha impresso un duro colpo all'immagine, quasi santificata di Zelensky. Un premier però eletto. Noi continuiamo invece la nostra scandalosa versione degli indebitati che vogliono una vita bella senza pagare i creditori. Hanno voluto Draghi che li rappresenta da sempre. Il guardiano del governo ha imposto la "fiducia". O voti quella e fai la fine dei bagnini o lo mandi dal suo amato cane, con la patrimoniale però che ci aspetta. Il Banchiere d'Oltreoceano non credo si faccia impietosire dai tardivi lamenti demaniali e non credo che i grillini affrontino il voto popolare. Un'altra pietosa esibizione di un governo che rappresenta "cadaveri" della politica. Alcuni nati qualche anno fa e già putrefatti. Il centrodestra si presenta maggioritario senza alcun merito o proposta. La Meloni cresce travasando voti della stessa area, per la proprietà dei vasi comunicanti. Salvini dovrebbe prendere almeno un anno sabbatico. Entrato nel governo ha suonato solo campanelli sbagliati. Berlusconi "sembra" ancora il mazziere della coalizione, pronta a litigare poltrone e candidature. Il Pd è messo anche peggio. Colpito dagli effetti della guerra voluta dalla forte corrente americana, con Guerini, l'unico che annuiva alle parole di Draghi. Il moto della testa era somigliante a quello (ininterrotto) dei finti cagnolini messi dietro, nelle macchine. Poveri bagnini eravate arrivati al culmine della vostra potenza politica, con il "pieno" dei partiti collocati sotto l'ombrellone. Perfino i "rivoluzionari" come Croatti e la Sarti sono a vostro favore, pronti a scatenare l'inferno in parlamento. Draghi vi ha avvisato: andate a casa senza pensione. E' vero che Casini ne ha già tante, più o meno come Amato. L'inflazione e Putin, hanno ormai perso i titoli della prime pagine. Sembra che il dittatore assediato dai tumori abbia scatenato la guerra per sconfiggere il nazismo nascosto nell'acciaieria. E' un facile argomento gettato alla propaganda. Le mire di Putin sono altre e definitive. Non si pianifica una guerra di queste dimensioni per quattro mercenari ed una svastica. Vedremo, intanto aspetto la fine della telenovela demaniale. Roberto Biagini ha indovinato il tema. 
PS Dalla giunta di Rimini silenzio ammirevole.
lugaresi massimo

L'Ultima Spiaggia

Di Draghi. Vogliamo inquadrarla dal versante economico? In Italia tre concessionari demaniali su quattro (75%) versano un canone (stabilito) inferiore ai 5 mila euro. Un dato che nel variegato panorama degli arenili concessi, rivela solo una parte dell'intricata favola. Mi sono sempre stupito dell'appoggio, quasi unanime, alla categoria (stagionale) dei bagnini, con i più fortunati e sconosciuti chioschisti, sempre all'ombra dei potenti "ombrelloni". Sono riusciti, a pagare quasi niente, in ragione forse del poco spazio occupato, non dei proventi. Avevano arruolato, come protettore, perfino Spadolini, la figura migliore come testimonial. Inspiegabile la "nicchia" di rendita, con dati però molto diversi nelle spiagge. I partiti litigano la "protezione". Altro dato senza una logica, tanto più per "quelli" della sinistra, più o meno falsa. Tra la cigielle e bagnini, esiste ancora un abisso, oggi colmato dal piddismo e Landini. In 70 anni sono riusciti ad imbastire almeno una relazione matrimoniale o sindacale con i potenti signori della sabbia. Rimini docet sempre, mostrando il lato peggiore della politica, oggi solo lgbt. Accusare l'eroico corpo degli alpini con articoli o prime pagine televisive, ha sancito il distacco dalla realtà. Usano guerra e pace per il loro tornaconto. Gentilissimo Sindaco Sadegholvad si accorge che la stanno demolendo? Non è cattiveria, solo antica incapacità. Fa bene a dotarsi di un "partito" suo. Gnassi vi ha fatto vivere dieci anni di nebbia e sballi. E' scomparso, impegnato nelle molteplici attività. Vanno bene i ristoranti, ma non può toccare la Fiera. La debolezza e l'inconsistenza dei partiti sono attestate dal litigio per qualsiasi nicchia di voti. I salvataggi sono i paria della spiaggia protetta. L'interpretazione del martirio balneare è l'ultima sceneggiata per mantenere un privilegio che poteva diventare secolare. Libero mercato? Non facciamo ridere. I bagnini hanno ragione quando elencano gli altri "beneficiati": dalle autostrade, ai lavori, fino a gas, acqua e rifiuti. Draghi è il peggiore dei salvatori. Un cinico funzionario dell'Europa, con un passato da banchiere atlantico. Imposto dai padroni delle bombe e mercenari. Indicato per costringere gli italiani, almeno una volta, a rispettare patti e pacchi, come quello del Recovery. Sembra un regalo della Ursula non un altro debito da rimborsare, con obblighi ipotecari. Siamo a 2.755 miliardi. Provate a dividerli per gli abitanti, scartando quelli sbarcati. Loro pagano già le nostre pensioni.
massimo lugaresi

domenica 22 maggio 2022

Un Suicidio

Perchè i finti compagni del Pd hanno scelto una strada "suicida"? Il raggrupparsi sotto le ali dell'America, fornite dalla Nato,
 ha costretto una parte (notevole) del partito a scegliere la pace al posto della guerra di Biden. I russi fanno (una volta), quello che da decenni gli americani hanno interpretato (malamente) in tutte le parti del pianeta. I confini della geopolitica non si cambiano perchè lo vuole un ex attore del nudo. Il delicato equilibrio si può rompere definitivamente con l'altra folle iniziativa di annettere Finlandia e Svezia. Giocano con il fuoco. I cinesi diventano padroni del mondo con un virus ed una (probabile) guerra mondiale da spettatori nemmeno paganti. O arriva prima uno dei tanti tumori accertati da lontano o Putin non si ferma. Si è avverata una, una sola delle tante profezie delle intelligence? La propaganda ha subito durissimi colpi. Stanno virando verso le pallide verità sulla guerra. La resa di Azovstal è stata un brutto colpo. Quello che voleva Putin è quasi raggiunto. Non credo ci siano le condizioni per trattare, lo decide il dittatore russo solo dopo un colloquio con Draghi. Il Pd si è superato, grazie ai giornaloni atlantici che lo sostengono. E' chiaro il tentativo (riuscito) di rompere le relazioni che avevamo acquisito con la Russia. Il Pd si è legato all'America di Biden, guidato dall'attuale facente le funzioni anche del segretario oltre di un premier mai eletto. Ci arriverà il conto per un atteggiamento tanto supino quanto stupido. Abbiamo mandato armi e..tanta roba, ubbidienti al richiamo del barcollante. Non è un atteggiamento bellicoso? La differenza tra usarle o darle in omaggio è labile. Però piace a Repubblica. Gli Stati Uniti si sono giocati il ruolo di "gendarmi" del mondo. Sono in procinto di retrocedere a vantaggio di un'asse russo-cinese. Hanno trovato il comico giusto. Perchè non raccontano che in Ucraina esiste (anche) una forte corrente contraria alla guerra? E' naturale e perfino logico. La cartina di Tornasole la leggeremo nel prossimo autunno, dopo una stagione di merda e lungomari a ca..Iniziano i primi distinguo tra l'opera di Gnassi e l'eredità del successore. Fatica immane seguire o peggio giustificare una strada tanto sbagliata quanto effimera. Il partito locale, debolissimo e quasi inesistente prima, si è dilaniato senza avvertire il Carlino. Sta montando perfino una opposizione, per il momento con social vagiti. Sarà importante il risultato di Riccione. se perseguono, come credo, la strada "alternativa" ad un regime soffocante ma desideroso solo di imporre le vecchie regole del gioco. Allora anche a Rimini, potrai sperare nel.... Non si parla più (da un pezzo) di politica ma di un necessario cambio dei croupiers. Una orrida "mattonata" con la ciliegina (solita) del solito supermercato la dipingono come una salvezza ambientale. Poi pianteranno un albero. Titolo e foto sono già nel progetto.
lugaresi massimo

sabato 21 maggio 2022

Letta il Tolemaico

Per il segretario Letta che trova (sempre) sperimentati alleati nella corrente berlusconiana, assieme ai grillini di Gigetto Di Maio, sicuri di avere raggiunto la "pensione della vita", il sistema politico è "tolemaico". Deve girare attorno al sole piddino. I giornaloni, quelli "atlantici anche nelle rotative, si sono adeguati da sempre, resistono (stoicamente) alle "puzze" di Biden, il più inverosimile fra i padroni del mondo. Il marchingegno elettorale più consono agli inciuci è il proporzionale. La Ducetta ha provato a fare passare il maggioritario. Troppo rivoluzionario, non permette gli affitti e procure parlamentari ed impedisce i governi balneari. Non avrei mai creduto che i "bagnini" potessero diventare la scusa per una crisi di governo. Povera sinistra, costretta ad emigrare nel Pd. Siamo nella fase più comica dello squallore politico. Salvini continua la sua desolante campagna "non azzecco una". Intanto per non perdere peli e vizi, si stanno esaurendo i possibili tumori accreditabili a Putin, ma le intelligence sanitarie hanno trovato in Xi Jinping il sostituto "morituro". L'avvocato del popolo grillino diviso, non equamente, con il ministro agli esteri, si è "indignato" per l'elezione della Stefania Craxi a presidente Commissione Esteri dopo l'epurazione per filoputinismo del grillino Petrocelli. Abbaia ma non morde. In fondo i grillini sono più scusabili del personaggio Salvini. Nella scandalosa espressione di (tutta) la politica vigente loro, candidamente, hanno detto e dimostrato che non vogliono crisi di governo che possono interrompere un sogno irripetibile. Essere chiamati onorevoli e perfino pagati..sontuosamente. Dedico un veloce pensiero all'amico di avventura/sventura politica: Lucio Paesani. Il Bar del Castello è stato aggiudicato al pluripremiato pasticciere Rinaldini, dopo la revoca della prima gara, vinta (miracolosamnete) da un Paesani. Lucio tu hai solo il titolo di proprietario di una tenda (abusiva) ma impermeabile. 
massimo lugaresi

venerdì 20 maggio 2022

Le Guerre

La propaganda Made in Italy è impegnata (seriamente) a raccontare le due guerre, due. Quella storica degli Usa contro la Russia consegnata, questa volta a Zelensky e l'altra (inventata) per non votare, con la scusa del virus. Ha permesso però di battere il democratico record dei Premier mai eletti. Ci sfanculano anche i russi con Draghi che incontra la nuova Miss Nato. Il conto della crisi energetica è arrivato, subito secretato, ci penserà una delle più tristi stagioni turistiche ad aprire occhi e depredare intere categorie. In compenso i bagnini, dimostrando l'antica presunzione, inventano rincari solari. Lo fanno per avere maggiore comprensione nella (loro) lotta contro il mercato libero, appoggiata da tutti i partiti, sinistra (?) in prima linea. Non è strano che abbiano un intero arco costituzionale a favore. Altra testimonianza di come sia ridotta la libertà di pensiero. Hanno goduto di altri venti anni per prepararsi e "sfruttare" l'occasione della Direttiva. Dovevano giocare diversamente dalla solita melina, disegnando e proponendo una spiaggia moderna ed innovativa. Alcuni hanno provato, altri si rifugiano nel più bieco conservatorismo. Ci sono decine di stabilimenti ormai "vincolati" dalla sovrintendenza. Uno dei nemici/alleati del Pd è Conte, quello che non sa nemmeno calciare, ma (dice) di avere nelle mani almeno la metà dei residui a 5 stelle. Squallore che si aggiunge a quello normalmente presente nella sudditanza atlantica. La presidenza della commissione Esteri del Senato è andata a Stefania Craxi, sicuramente migliore di qualsiasi grillino disponibile a tutto. Postuma riconoscenza dopo la sparizione della magistratura democratica? La figlia di Berlinguer è stata premiata prima. Ho letto che il blog dei radical chic, nemici degli alpini, ma intimi di Letta, ha compilato anche la classifica dei politici più scarsi. Indovinate chi è al primo posto, tallonato da Conte? A loro l'avvocato di Volturara e poco più, fa "ribrezzo" eppure non manifestano problemi digestivi nel considerarlo un aiuto per il Pd, destinato all'opposizione. La guerra come viene descritta sembra godere di una pausa. Scambiano prigionieri tre x uno. C'è stata però una virata gigantesca in molte barchette della propaganda. Rimangono solo i giornaloni atlantici oltre ogni ragionevole dubbio. Chiamami Melucci usa la strategia consolidata dalla Sarti. Un silenzio comprensibile per chi ha ancora qualche carta da giocare od un progetto da sperare. Solo sulla presunta "mobilità" della giunta spara a zero. La Nipote paga per tutti? Difficile trovare un difensore. 
massimo lugaresi

giovedì 19 maggio 2022

Transnistria

Poteva mancare la Transnistria? Nel corso accelerato di conoscenza della nuova geografia atlantica è comparsa la regione moldava, al confine con l'Ucraina, da 30 anni guidata dai "cosiddetti" separatisti. Termine affibbiato a chi non esegue gli ordini americani. La Moldavia è la classica nazione nè nè. Però dicono voglia entrare a buon prezzo in Europa, non ancora nella Nato. Secondo il vecchio compagno Pigi Bersani siamo un paese in cui gli eredi del comunismo eseguono letteralmente gli ordini della Nato per conto (naturalmente) degli Stati Uniti. Il Pd di Letta è ancora impegnato a sfogliare la margherita del sto con Grillo? La intelligence, questa volta ucraina, informa che i russi, mai contenti, vorrebbero allargare il conflitto per liberare quella regione. Presto la Catalogna chiederà l'aiuto di Putin, fotografato, dal micidiale Dagostino, "attaccato" al tavolo per il dolore dei troppi tumori commissionati. La premier moldava Gavrilita (eletta) usa parole "moderate", si trova in una situazione geopolitica particolare. La propaganda capisce che ormai le solite riprese televisive artefatte e poco credibili hanno stufato il partito del voto prima del premier. Chi stabilisce che si debba votare forzatamente tra almeno un anno? Capisco che il Parlamento potrebbe/dovrebbe subire una pulizia etnico-politica con l'ingresso di nuovi attori, speriamo protagonisti. Sparirà giustamente il grillismo, ormai collocato assieme al dipietrismo, nel fitto album delle rivoluzioni bugiarde. Lo sciopero (fallito) della magistratura ha segnato un piccolo passo in avanti per un paese che ogni tanto ha bisogno di cambiare tutto per lasciare Mattarella nel suo posto naturale. Per fortuna. 
massimo lugaresi

mercoledì 18 maggio 2022

Lieto Fine Previsto

L'ex Questura, passati i soliti 30 anni, non sempre sufficienti per le decisioni riminesi, ha trovato finalmente il " Lieto Fine" previsto. Appena il Sindaco ha affermato, però con meno enfasi gnassiana, che "preferisce" il verde al cemento, ecco che la "misteriosa" società bolognese, arrivata ad offrire 14 milioni e..mezzo, per piantare gelsomini e demolire il fabbricato del Gabibbo, illustra (brevemente) il menù concordato. Niente di nuovo, manca solo la piadina ma a Bologna preferiscono i mattoni democratici. Appartamenti, negozi, uffici e l'immancabile supermercato. Ci sono 250 posti auto nemmeno "sufficienti" per il super.. mercato. Credo però che gli acquirenti siano obbligati ad usare il monopattino, diventato l'auto verde del comune. Secondo voi, anche iscritti nel partito dei civivo, una società immobiliare, nata nella "potente" capitale della politica regionale, offre una cifra fuori..mercato se non è "sicura" di poterla ristorare? Terminata la farsa delle elezioni, con un risultato talmente sicuro che le possono rifare tranquillamente, ecco che (tutti) i dubbi del Carlino sono chiariti. Avevamo bisogno di una Questura è arrivato l'ennesimo supermercato. Il sindaco Sadegholvaad poteva risparmiare la battuta, ereditata, con tante cose indisponenti. Ariminum Sviluppo Immobiliare (A.S.I.), lo scorso luglio ha acquistato all’asta l’immobile per 14 milioni e mezzo, sbaragliando le offerte, tanto che per qualche (brevissimo) momento si è pensato ad uno sbaglio. Nell’area da 30mila metri quadri, sorgeranno appartamenti, uffici, servizi pubblici e privati, parcheggi interrati o a raso (250 posti auto) e un supermercato di circa 1.500 metri quadrati, “sicuramente non un centro commerciale”, come ha tenuto a precisare questa mattina nel corso dell’incontro con la stampa e i media locali l’amministratore unico di ASI, Piero Aicardi. Con questa rassicurazione, si chiude l'ennesimo capitolo dell'urbanistica per caso..guidato. Non sono stati ancora forniti i dettagli del progetto “che prima vogliamo illustrare al sindaco di Rimini, col quale siamo in assoluta sintonia, e poi alla cittadinanza. Si chiude un altro buco immobiliare. Rimangono le colonie. Sono disponibili società toscane, lazio e ..campania. Non potete dire che non sono democratici nelle scelte. Le persone sono sempre oltre le cose.
lugaresi massimo

Colpito il Pd

Bielitalia, così i radical chic definiscono quelli e siamo tanti che non condividono il draghismo esasperato, succube di un ciondolante presidente americano. L'Eni ha "acceso" il conto in rubli e non ha spento il gas necessario a famiglie ed industrie. Atti peccaminosi per la propaganda "beffata" come succede sempre alla mia Juve. I nazimercenari feriti sono usciti dalle grotte dell'acciaieria e diventati eroi per Zelensky, sempre più solo con il suo fashion militare. Rimangono i Giornaloni e Giornale di Berlusconi a proteggere la guerra per procura. Un'altra esibizione di subalternità morale e politica del nostro paese vassallo. La Meloni almeno usa la scusa che più rimane fuori da questo pastrocchio governativo, più cresce elettoralmente. Il "nemico" interno rimane Salvini. Dal tempo del Papeete in poi ha azzeccato solo l'avvocato difensore dai pubblici ministeri democratici. Non ci rimane che votare il referendum a scatola chiusa. La giustizia non si riformerà mai da sola. Occorre azzerare e ricostruire. Chi lo farà? Pensate sia in grado di compierlo il Pd che in questi anni ha sguazzato libero o prescritto? La Tosi ha ricevuto l'ultimo (?) pensierino giudiziario. Tanto per fare capire che l'orologio funziona bene. Fermare (veramente) il Trc avrebbe comportato una medaglia al valore del debito che (noi) dovremo onorare. Non si riesca a capire con quale algoritmo la Corte dei Conti abbia individuato quella cifra folle. Finge di funzionare da un anno ma ha già accumulato un saldo da..Palas. Il danno è provocato sempre dal solito Pd che non paga mai. Eppure sono stati premiati a Rimini. Spero che a Riccione usino almeno la memoria. Siamo diventati il paese dell’operazione speciale televisiva di Putin? Questo ho letto nel blog del radicalismo democratico. Quello che dipinge Letta come il Migliore, senza offesa per D'Alema. Affermare che (quasi) tutte le trasmissioni televisive sono putiniane, significa avere una antenna guasta o vino troppo buono. La notizia consolante è che Draghi sta crollando sotto il peso di una campagna studiata per renderlo quasi un santo della finanza. Lo spread lo castiga ma Salvini non s'accorge di permettere l'accanimento terapeutico. Gli rimane forse il posto nella Nato da rifare. Perchè i nemici e qualche volta gli alleati li deve scegliere un barcollante e maleodorante presidente eletto per sbaglio?
massimo lugaresi 

martedì 17 maggio 2022

Italia... Putiniana

Con faccia tosta e presa per il cu..incorporata la Propaganda Democratica, sostiene che "rischiamo" di avere le principali istituzioni repubblicane vicine al..Cremlino. Palazzo Chigi e il Quirinale sono (per fortuna) saldamente atlantici, ma il predecessore di Draghi anche lui mai eletto e con le manovre (sventate) sul dopo Mattarella, abbiamo rischiato di avere un Presidente cirillico. Poi si sarebbe ammalato..grave. Affermano, impudicamente, che "tutte" le trasmissioni televisive ed i giornali sono nelle mani del bipopulismo. La corrente nemica del Pd. Non citano Biden, come fomentatore del nuovo antiamericanismo quasi sessantottesco. Affermare che il nostro paese, aperto per tutti, eccetto quelli respinti da Salvini, è una BieloItalia, sembra troppo. Non per Linkiesta. I radical chic cercano ancora le "molestate " dalle penne. Brutta figura che solo il terrapiattismo giornalistico non ha fatto pagare con il giusto prezzo politico. Ulisse, splendido cane di Sergio Giordano si è incazzato al posto del padrone. La più bella ed importante manifestazione riminese, viene volutamente, scientemente attaccata dall'antagonismo locale per misere e presunte attenzioni. Spero arrivi il colpo giusto per affrancarci dal draghismo. Lasciamolo a Letta. Il Recovery viene "tritato" dalla stupidità delle sanzioni. Le conseguenze dello strano amore per Biden le stiamo pagando con rincari anche speculativi, come l'ombra del bagnino. L'avevano preparata bene l'ennesima guerra su procura. E' partita prima la propaganda dei carri armati. Leggere le notizie dal fronte che arrivano solo dalle fonti intelligenti, diventa un esercizio di fede atlantica. Assiomi assunti come vangeli del barcollante. La stupidità russa è incredibile. Difficile capire perchè facciano tanta paura agli americani ed a Boris. Il Brexit premier è oggi adulato. Le (troppe) mogli lo preoccupano. Vi ricordate come veniva dipinto senza eccessivo bisogno? Oggi è il fedele fornitore di armi e soldati sotto falsa bandiera. Quale motivo ci dovrebbe spingere ad "odiare" i russi? Ci sono intere filiere industriali e commerciali ridotte al lastrico con la chiusura di quel ricco mercato. Erano i nostri migliori clienti se non avessimo fatto fallire uno scalo. Dovevamo impedire la guerra togliendo a Putin i motivi per scatenarla. Questo era il compito dell' Europa autonoma e necessaria. E' diventata una gara a chi compie le peggiori azioni tribali. Anche questa con un solo vincitore. Lo scrivono tutti i giorni Stampa, Messaggero, Repubblica, Mattino, Giornale e non poteva mancare l'atlantico (da sempre) Carlino. Mentre un battaglione di mercenari alloggiato nei sotterranei viene tenuto in ostaggio da Zelensky che vuole prolungare una avventura tragica ma televisiva. Una guerra voluta dallo strano presidente eletto per posta, veramente ammalato o inadatto al ruolo. E' solo uno dei tanti miliardari che ce l'ha fatta. I tumori sono però tutti del nemico. 
massimo lugaresi

GialloRosso?

Come fanno a mostrare il Pd sempre "crescente" nelle previsioni elettorali? Plaude alla guerra di Biden, caldeggia l'invio di armi e mercenari, vuole la tassa più odiata del nostro fantasioso campionario e.. flirta con i grillini. Eppure i maghetti delle previsioni lo sostengono come fa (quasi) tutta la stampa italiana. L'Avvenire un pò meno da quando il Papa ha fondato una sua corrente pacifista. Conte, il presunto avvocato del popolo, ristretto come i famosi ragazzi del film, si barcamena tra Gigino degli Spalti e Letta, cercando disperatamente di portare la mandria al pascolo della pensione parlamentare. Credo sia questo l'unico legame che condividono. I due parlamentari (?) riminesi continuano invece la loro commedia, nel silenzio e copincolla..da chi? Conte di Volturara sembra volere spostare l'asse del M5S verso sinistra. Significa dialogare con il povero Bersani che venne umiliato in pubblico e con Speranza, il mistero buffo e mascherato della politica. Stiamo copiando la Francia, con il nostro "galletto" premier mai eletto che imita (male) Macron, mentre l'avvocato che non lo conosceva nessuno, gioca a fare il Melenchon. La differenza con il resto dell'Europa è che ogni paese ha scelto democraticamente il capo del governo. Noi dobbiamo sempre aspettare il pizzino d'oltreatlantico. Draghi è incollato al Pd. Cade lui, lo segue Letta con il rischio del ritorno di Prodi. Le sanzioni si sono rivelate una decisione masochista e stupida. I più furbi, (non noi) le aggirano tranquillamente ed i paesi più forti se ne fregano. Manifestazione del fallimento di questa Europa a traino e comando americano. Obama almeno aveva imparato a bombardare pacificamente. Il vecchietto ondulante indicato come presidente per uno scherzo dei postini è una ridicola ma pericolosa macchietta. Termino con un veloce passaggio su Rimini. Abbiamo cancellato i voli dalla Russia, manteniamo quelli su Tirana. Difficile anche esprimere un cauto giudizio sull'operato del Sindaco. Terminato il rodaggio, cerca uno spazio autonomo, lontano dall'ingombrante eredità. Lo lasci ai suoi ristori e ristoranti.
massimo lugaresi

lunedì 16 maggio 2022

La Stampa

Lo dice La Stampa. Sufficiente per diventare verità bellica. Il giornale degli Agnelli tifa Torino, ma possiede, da sempre l'imprinting atlantico, solo ora consegnato a Repubblica. I due giornali hanno contribuito a portare (ufficialmente) il Pd nell'area americana, dopo decenni di sbandamenti, marce e..rubli. Anche Dagostino sta facendo una campagna forsennata ma democratica, trascurando tette, culi e peni ingombranti. Deve essere dura per il blog che possiede cimici e spie di ogni genere che conta. Hanno arruolato tutti, questa è una guerra speciale. E' arrivata in perfetto orario per soppiantare il virus e le mascherine che avevano rotto i co..a tutti. La quarta dose è  l'ultimo fallimento. Rimane sempre il mistero della permanenza di Speranza. L'America per bocca o.. del Presidente vuole la tregua. Non si riesce a capire questa richiesta nel momento in cui Zelensky sta attaccando il nemico, riacquistando terreno e città perdute. Segui il Tg5 di Berlusconi. Mentre Mad Vlad, gentile ed espressivo nomignolo di Putin, vuole riorganizzarsi dopo gli schiaffoni e le navi affondate, continua la guerra delle fonti. Le bugie e qualche presunta verità sono confermate da "segrete" sorgenti di notizie riservate. Se fosse vera anche una piccola percentuale di quanto si legge od ascolta, credo che il Presidente (eletto) della Federazione Russa, tumori o tonsille, abbia poco tempo davanti. Non ne avrebbe indovinata una. Ha parlato anche Di Maio. Il rischio che la tragedia diventasse satira grillina era inevitabile. E' il Capo dell'ultima corrente del Pd. 
PS Il silenzio di Chiamami Città è "rotto" solo dalla Lia Celi o state raccogliendo le denunce..alpine? 
massimo lugaresi

MetroFiera e Sicurezza

Due semplici osservazioni che, sicuramente, la micidiale stampa riminese, con l'ingresso critico di Today, non riprenderà: Metromare e Sicurezza Idraulica. Dopo un'altra "sbandata" progettuale durata una ventina d'anni che avrebbe permesso una devastazione della città per portare un (altro) inutile servizio alla corte di Cagnoni, il nostro "Elisabetta", per durata e capacità, sembra che il tracciato del progetto che si "Deve" fare, accompagni la ferrovia. Dovevano fare la stessa cosa con il Metromare, consegnato per la scuola guida in curva a Santi Riziero, il federale buono per tutti. Credo sia una felice notizia che il MetroFiera, per quanto inutile ma costoso, sia tornato nella sede progettuale originaria. E' già stato condonato il passato, pieno di idee del ca..costate un sacco di soldi? Non paga mai nessuno come per quello funzionante (si fa per dire) oggi? Avevano inventato un percorso impossibile, aspetto che qualcuno, a sorte, chieda scusa. Lo deciderà l'associazione che non lascia indietro nessuno. Restando in tema ed al suo "ritrovato" tracciato, spero che questa sia l'occasione per riflettere sui due ponti ferroviari "bassi" (Bologna e Ravenna) che limitano la portata del deviatore Marecchia. Il primo passo sarebbe quello di coinvolgere l'amministrazione ferroviaria, ipotizzando che la linea Rimini Bologna, possa sostituire, temporaneamente l'altra, nel periodo dei lavori e permettere l'innalzamento dell'attuale ponte ferroviario. Una soluzione che potrebbe ripetersi anche sulla linea Rimini Ravenna, pensando che (prima o poi) sarà una tratta metropolitana, considerati i successi delle altre. Qualche "esperto" potrebbe sorridere, ma se, malauguratamente, si verificasse una delle abbondanti piogge, avremmo problemi ed allagamenti. Non auspico interventi di una opposizione al guinzaglio, spero solo che qualche consigliere (Renzi) chieda: a) se risponde al vero che i tecnici idraulici interessati hanno fatto presente questa problematica, in caso di piena secolare b) quale soluzione  l'amministrazione intende adottare in proposito.
massimo lugaresi

domenica 15 maggio 2022

Draghi del Pd

La guerra di Putin, provocata da Biden, senza accorgersene, ha scombussolato la politica mondiale e "scatenato" i latenti tumori dei dittatori nemici. Quello cinese, gode di un trattamento speciale, però il tumore dittatoriale sembra gli abbia lasciato pochi mesi di potere. Biden invece gode ottima salute, la rilascia spesso. In Russia, le intelligence, prevedono una rivoluzione, con l'apparizione di nuovi dittatori con solo un piccolo angioma in gestazione. La guerra ucraina, seppellita da bombe, missili, cimiteri e tanta, tanta propaganda, viene definita in stallo, ma ormai "vinta" da Zelensky. Noi abbiamo notizie solo dalla parte fortemente nemica o peggio "assoldata". Difficile legittimare una opinione diversa, la Gruber emana le bolle contro il putinismo infame. La propaganda ha stravinto, correndo il rischio però di raccontare anche un finale bugiardo. Il problema scoppierà quando verrà tolto il mantello ed appariranno alcune verità. Il Pd è nelle mani di Draghi. Si innamorano dei generi che permettono di governare o sculettare. Poco importa colore, odore e provenienza. Avevano innescato perfino una appassionante tresca con i peggiori nemici. Sembra un partito (?) deambulante. L'ultimo premier mai eletto è una creatura di Berlusconi, come i tanti che lo hanno lasciato per contratti migliori. Era accreditato di una (leggera) predilezione per il centrodestra. Oggi valgono solo i carati dell'atlantismo. Il Cavaliere ha cancellato saune e tante (?) sc....con Putin. Le misteriose intelligence, anche quella che regola (?) la mobilità riminese, sono sempre schierate dalla parte che indica il Carlino di Rimini.
 L'invasione di uno dei paesi più estesi in Europa, doveva durare qualche giorno, un pic nic bellico. Gli ingenui, disfattisti, traditori e ..fortemente cretini, albergano solo dalla parte sbagliata. L'altra, maggioritaria, per decreto di Repubblica, è stupendamente interpretata, anche sonoramente, dal più "Stanlio" dei presidenti americani. Il "bombardiere" Obama ha meritato il Nobel per la Pace. A Biden dovrebbero trovare una casa amica della salute ondeggiante. Sono i professionisti dei conflitti, fuori casa. L'unica vittoria mondiale la "devono" al nemico di sempre. La permanenza del Pd ai vertici alti delle intenzioni di voto è esclusivo merito del regime che al pari degli antichi "romani" riesce a coinvolgere i garantiti, dove governano. Sono nati imparati dal vecchio comunismo, mescolato con le furbizie della democristaneria che oggi comanda...tutto. Il credente può rivolgersi al "probabile" creatore di questo mondo, gli altri, volgarmente si possono toccare. Non serve a niente, ha già deciso Draghi dove e come andremo a finire.
PS Foto: l'ultima bugia 
massimo lugaresi

sabato 14 maggio 2022

Cosa succederà?

Secondo Brunetta, membro della setta azzurra degli "adoranti" Draghi, sarebbe da pazzi andare a votare adesso. Facendo intendere che sarebbe meglio, assieme al proporzionale, esprimere anche la legge dell'inutilità elettorale. Un terzo del governo di quasi tutti è rappresentata da Forza Italia, sempre espressione politica delle esigenze berlusconiane, La propaganda azzurra, esprime con franchezza i desideri, non esiste premier migliore di Draghi, possiede l'alto grado dell'atlantismo, conosce l'inglese, si inginocchia all'americana e permette di non votare. Un poker meraviglioso. Anche il Pd al governo da venti lunghi e maledetti anni, esprime, con la propaganda dei generi diversi che lo compongono, compresa la corrente pacifista, gli stessi interessi. Primum non votare, deinde galleggiare sul debito. Cosa succede nel Pd? Apparentemente niente, i giornali scrivono quello che viene loro dettato a pranzo o con i piccioni del Palazzo. La scandalosa denuncia contro gli alpini, sembra preparata da tempo, ma è scoppiata con una tempestività bombarola, creando silenziose tensioni con le categorie economiche che hanno visto nel Raduno una ghiotta occasione. Da anni non si vedevano invasioni così naturali, corrette, regolate e protette. E' perfino stupido raffrontarla con le esibizioni alcoliche spacciate per feste. Il sindaco ha cercato di mettere una pezza ma è tra i due fuochi di stupidità e presunzione. Sono convinto che con Gnassi non l'avrebbero fatto. Sembra un attentato all'interno della cupola che detta regole morali e sociali. La stessa che regge il Pd. Con Letta è appiattito sul banchiere di lusso americano, gode della stessa propaganda atlantica ma è diviso molto più di quanto appaia. Se ci pensate, nel rodeo parlamentare, Berlusconi è la presenza più vicina e fedele al Pd. I 5 stelle cercano la salvezza ritornando al passato. Gigino Di Maio si accontenta del reddito di cittadinanza campano. Quello che ha sbagliato clamorosamente è però Salvini. Sembra in cerca di un citofono. La Lega ha perso la ghiotta occasione di starsene fuori come la Meloni ed approvare quello che ritenevano giusto. I meriti per quanto ridicoli vanno al Pd. Ci sono i dati della nostra economia che fanno rabbrividire, complice il condizionatore di Super (?) Mario. Il paese messo peggio diventa l'alfiere delle sanzioni per gratificare il banchiere allevato negli States. La guerra sarà lunga, sempre che uno dei 14 tumori "spiati" dalle intelligence, non chiuda il capitolo Putin. Il dopo può essere peggio. Quale atto ostile ha compiuto nei nostri confronti  la Russia dal dopoguerra? Ci hanno portato i vaccini per spiare Speranza?
PS Foto Corso d'Augusto Rimini. Mir in caratteri cirillici significa Pace. Un passo in avanti dall'andrà tutto bene.
massimo lugaresi 
 

Fuori Controllo

Siamo messi bene! Sembra che le due potenze nucleari siano "Fuori Controllo". La guerra scatenata da Putin su istigazione americana, definita come passeggiata "denazificante" l'Ucraina, si avvicina al terzo mese. Non ci sono novità, almeno guardando le tv di Berlusconi, con le stesse immagini di carri armati solo russi. Bambini e donne piangenti con lo sfondo delle solite devastazioni ma con donne e bambini in fuga. Nella Rai sta succedendo qualcosa d'imprevisto. Ogni tanto esce perfino qualche notizia sfuggita alle intelligence di controllo. Anche Draghi, subita (forse) la bocciatura atlantica dopo quella quirinalizia, inizia a percorrere il cammino della pace per mantenersi al governo, sempre senza voto. Il Papa viene "centellinato" nelle apparizioni e soprattutto nelle dichiarazioni. Ha fatto più rumore il suo invito al dialogo, delle finte risse dalla Gruber. I giornalisti che da anni frequentano la Russia sono stati cacciati per avere contratto il filoputinismo. Il virus più pericoloso. Non esiste vaccino, solo sanzioni. L'indipendenza energetica dalla Russia costerà come il Recovery e le previsioni sul turismo volgono al brutto. Per fortuna i "gender" piddini danno una mano nella promozione..alpina. Il silenzio o quasi del Sindaco la dice quasi tutta sulla situazione nel Pd alla riminese. Una manifestazione unica nel genere, ma avversata dallA "particolare" corrente piddina, viene "smerdata" senza prove convincenti. Danno irreparabile ed inconcepibile. Mentre il solito "rifugiato" assale una settantenne nel parco, avendo naturalmente l'alibi del non intendere. Un partito allo sbando, con Gnassi che ha lasciato al fido successore una eredità da rifiutare. Opere sbagliate e riparate peggio. Disastri nella mobilità consegnata al sadismo da monopattino. Il Trc viene portato, stante i meravigliosi risultati, fino alla Fiera, non appagata dalla stazione ferroviaria.  Distruggeranno l'altra parte della città. Rimane però il Borgo sempre più Fortunato. La Fiera è stata chiusa due anni ed ansima ad ogni flebile riapertura. Rimane utile come parcheggio scambiatore per andare al mare. Mentre si consuma un dramma sociale, con costi ed inflazione galoppanti, discutiamo su quante armi dobbiano ancora inviare sempre in nome della pace. Sta uscendo (faticosamente) la verità. Anche in questa autentica tragedia ci sono le distrazioni di massa. Il virus ha allenato la propaganda, Si muovono sullo stesso piano, non trascurando nemmeno il covid, che ogni tanto riecheggia per sicurezza elettorale. Ci sono i primi scontri nelle piazze? Per fortuna sono tutti concentrati sulla "salute" di Putin. Ho letto una pandemia di presunte patologie che il dittatore nasconde come fosse un "traballante" presidente. Devono pareggiare le amnesie ed i peti americani. A chi conviene un "prolungamento" del conflitto? Escluderei gli ucraini, anche se stranamente non manifestano proteste. La Russia? Può essere, ma secondo il Giornale di Berlusconi muoiono solo i soldati russi ed affondano tutte le navi senza la Z. Rimane l'America, pardon la Nato, stessa cosa. Entrano (pericolosamente) anche la Finlandia e la Svezia in cambio di..maggiore sicurezza?? Un campionato nucleare che Biden (?) gioca  sempre in facile trasferta. Il secondo tempo può essere diverso. Una bomba basta, le altre finiranno questo mondo. Il Pd avrebbe ragione lo stesso.

venerdì 13 maggio 2022

La Pace

Pace è la parola più usata e spesso abusata, come lo è stato il vaccino di Speranza. Una strana strategia usare una guerra per arrivare alla pace. Devo premettere che non è quella di Putin, ma la scusa di tutto l'Occidente presidiato dalla Nato. Hanno spinto e sovvenzionato un intera nazione, senza nessuna distinzione (?) a misurarsi con una potenza nucleare, abituata da decenni ad interpretare guerre fredde o caldissime ed uscirne vincitrice, senza badare però al gioco svolto. In questo scenario, hanno ingaggiato un presidente famoso per la sua irresistibile comicità nuda che ha carpito, come i grillini, il voto dei cittadini ridenti. Che poi i nostri eroi abbiano deluso, svilita ed offesa la fiducia conquistata è un altro discorso che lascio volentieri a Gigino, capo della corrente: prima il mio superbonus. Le armi all'Ucraina che arrivano anche per posta, secondo l'ultimo alibi della propaganda, servono per impedire che Putin invada  Georgia e Moldavia. La Russia viene ancora vista e raccontata con le stesse stigmate ed accenti dei film di 007 o di Stallone contro Ivan Drago. Ho visto solo Mosca, venti anni fa, presenziando ad una delle più famose fiere turistiche. Ho già detto che c'erano file di giovani interessati alla Riviera Adriatica, altra invenzione regionale per oscurare Rimini. Prima che ci pensasse il Pd. Quando non sanno più quali bugie usare, provenienti dalle intelligence assoldate, raccontano che Zelensky starebbe recuperando parte del territorio perso nei 77 giorni dell'Operazione Speciale ormai diventata storica. Vedo, leggo, ascolto sempre la stessa solfa. Irritante nella sua evidente distrazione delle masse beote ed atlantiche alla Berlusconi. Il migliore degli opportunisti. Eppure anche lui, con la scusa di salvare un impero imprenditoriale, fondato sulle frequenze consegnate dalla sinistra (?) ed oggi ripagate con gli interessi parlamentari, si è iscritto alla Nato dei vecchi. Se dovesse "sfilare" per Rimini il genere democratico prevalente nel Pd, ci sarebbero le ragioni per un allarme con le paillettes.
massimo lugaresi

giovedì 12 maggio 2022

I Molestatori

Nell’immaginario collettivo, l’alpino non è tipo alla Sergio Giordano, bell’uomo, con i baffi ben curati, perfettamente azzimato, con la piuma sul berretto ed un cane (splendido) al guinzaglio. Trascorre il tempo libero a fare la guardia al tubone che non sversa (forse) più merdainmare da piazzale Kennedy o sovraintende alle celebrazioni delle opere del principe Gnassu, dove piazze, fontane, teatri, rocche e castelli sussurrano tra di loro… mentre su tutti svetta per magnificenza ed investimenti il Borgo Fortunato dei ristoranti e degli angoli dove si beve vino, si può trasgredire ed imbombarsi di alcool tutte le sere. Nell’immaginario, gli alpini sono montanari ignoranti e ubriaconi, sperduti nelle valli, che lavorano nelle officine del nord industriale e votano la Lega. Sono gli avvinazzati che intervengono con le loro “colonne mobili” di Protezione civile, quando la Patria o chi ne ha bisogno si trova in braghe di tela. Sono quelli che in 20 giorni hanno tirato su l’ospedale anti-covid di Bergamo. Sono quelli che sono intervenuti per primi in occasione del terremoto dell’Aquila. Sono quelli che in armi hanno operato sotto la naja o da coscritti su tutti i fronti, coprendosi di gloria da dimenticare. Sono quelli che da professionisti sono andati in Kosovo, in Iraq, in Afghanistan. Sono quelli che ora sono schierati sotto il comando del ministro della difesa del PD, l’alpino Guerini, sul confine rumeno per controllare gli sconfinamenti di quel cattivone di Putin. Detto ciò, la sinistra ha un’occasione d’oro per far pace con il cervello e compattarsi attorno alle bandiere rosso/arcobaleno. Hanno creato il caso attraverso il tema delle violenze machiste nei confronti delle donne, perpetrate da quei militaristi degli alpini, in occasione del raduno di Rimini. Sicuramente a costoro una Rimini imbandierata di tricolori non piace, senza parlare degli inni e delle mostre che ricordano la nostra storia. Ha dato loro fastidio che le istituzioni, anche quelle di sinistra (?) che governano Rimini, si siano riconosciute apertamente nei valori rappresentati dal Corpo degli alpini. La sinistra ha quindi una occasione mirabile e straordinaria per contestare il governo Draghi e la maggioranza della quale fanno parte. Possono aprire la sessantottesca discussione dei professoroni Chicchi/Piccari sul ruolo della NATO, delle forze armate italiane, sul riarmo, sugli F 35, sull’invio di armi all’Ucraina contro i fratelli della ex madre patria del socialismo. Hanno una opportunità unica per affermare la superiorità pseudo culturale transgender. Non serve nascondersi dietro i muli e gli apprezzamenti fatti dagli alpini alle “belle more” in occasione del raduno. Possono aprire senza se e senza ma, la “CRISI DI GOVERNO”, mandare super Mario a casa e finalmente … aprire la strada per ANDARE A VOTARE! 
Don Camillo

Sapete l'ultima??

Secondo la propaganda, musicata, magistralmente, da Fabri Fibra, prima che colpisse il Corpo degli Alpini, facendo fare una figura di merda.. .alla ex capitale del turismo ed accoglienza, il premier, mai eletto, Draghi avrebbe "litigato" con Biden. Forse non riusciva ad interpretare i disegnini atlantici che venivano mostrati. Ci credete? Draghi ha mostrato lo stesso coraggio che riserva a Salvini quando finge di dissentire. Secondo il mio ininfluente parere ha rifiutato la richiesta del "Banchiere" di andare alla Nato, già vestito come Zelinsky. La casa di moda bellica sembra non voglia cambiare modello. Il Premier, mai eletto, tenta (disperatamente) di copiare il maschione francese, l'unico personaggio che esce dall'anonimato e pretende una politica europea autonoma da quella americana. Altro peso politico, rafforzato da una investitura elettorale che ha salvato Europa dei tailleur alla Von der Leyen. Nato&America hanno l'obiettivo di prolungare la guerra. Ogni giorno per loro è una vittoria, senza perdere uomini, solo carri armati e missili in abbondanza. Se muiono migliaia di civili e militari ucraini è un prezzo sopportabile (?) in nome della libertà e dei confini atlantici che si spostano dove vogliono loro. Il Sindaco Sadegholvaad ha finalmente espresso la sua opinione sullo "scandalo" promosso da uno dei tanti "generi" che animano il Pd. E' stato sufficientemente chiaro nella predica "4 stagioni". Le molestie, una volta accertate e non accolte come dogmi, devono essere parametrate alle dimensioni di una manifestazione (giustamente) irripetibile a Rimini, per il nostro atavico vizio di distruggere il buono che è rimasto. Avete scelto la "garanzia" del Pd, ve ne state accorgendo, mentre ogni giorno tentano di rimediare alle cazzate sui lungomari chiudendo le vie libere rimaste. Sarà un fallimento epocale con i suoi quotidiani divieti che distruggeranno i resti di un turismo splendente. Macron ha detto che la pace non si fa "umiliando" Putin. Nonostante le 14 patologie accertate, tre amanti e quattro figli con tripli cognoni, non sembra che il Dittatore eletto sia molto spaventato dalle minacce di un "presunto" Presidente degli Stati Uniti, abituati a comandare il mondo. Oggi sono più o meno come la mia Juve. Perdono sempre. 
massimo lugaresi

mercoledì 11 maggio 2022

Il Pd e Associati

Il radicale che ho conosciuto, nella prima lista contro il Pd, l'amico Sergio Giordano, poi approdato, come tanti, alla corte di Gnassi per una delle folgorazioni sulla via del lungomare, non ha ancora pronunciato una parola in difesa dei suoi alpini, dopo aver spaccato i maroni per cinque anni con questa adunata che sembra il revival di Sodoma e Gomorra. Il ministro della difesa (atlantica) Guerini ha emesso già la sentenza. E' Nato piddino. A me sembra una delle tante sceneggiate organizzate nell'epoca della propaganda. Riprese false, illazioni gettate al vento dei giornali. Hanno dichiarato al cospetto della Rinaldis (scomparsa) e Indino che ci sono state 500 mila presenze, consegnando una salutare boccata d'ossigeno ai debiti accumulati. Solo Cagnoni era capace di moltiplicare pani e presenze. In tutto questo casino, artatamente sollevato, è arrivata una sola denuncia? Se valesse lo stesso metro e preoccupazione, le decennali feste di Gnassi, le movide notturne o gli strani (?) frequentatori della stazione, saremmo già tutti in divisa. Nessuno prende le difese degli alpini vecchi o quasi che hanno occupato allegramente la città? Non era una organizzazione piddina, sono nordisti e montanari, terre e voti della Lega. Ne ho conosciuti tanti, ho visto come si comportano e quale fosse il loro giudizio sulla nostra accoglienza. Avete rovinato tutto per le vostre beghe di cortile e genere misto. Sono convinto che la colpa degli alpini giovani e vecchi sia quella "imperdonabile" di essere nordisti, immuni al reddito di cittadinanza ed alle preghiere di Letta. Troppo radical chic per convincere le penne nere. Meglio usare la propaganda raffinata.
lugaresi massimo

Che Colpa Abbiamo Noi?

L’offensiva della Russia costringe la resistenza a puntare molto sull’artiglieria e sui missili anticarro, che giocano un ruolo fondamentale nel conflitto. I Paesi occidentali si stanno attrezzando per attrezzare i soldati di Kiev, ma le scorte stanno per terminare e non è facile velocizzare la produzione. Le intelligence ristrette ad America, Inghilterra, Nuova Zelanda e Canada, spargono notizie "raccapriccianti" (cit Conte calcistico) sulla qualità dell' Armata Russa. Tre mila carri armati sono stati distrutti, i soldati si sparano addosso e fuggono. Però non basta per vincere la guerra di Biden, consegnata nelle mani sicure di Zelensky. Aiutare la resistenza, questo era il motto del comunismo, addolcito da Berlinguer. Oggi ribaltano scenario ed interpreti per una disputa che si gioca crudelmente sulla pelle dei cittadini. In Ucraina non esiste dissenso? Tutti felici di migrare da un sotterraneo all'altro? Quanto tempo può durare ? Una domanda a cui (dicono) solo la Nato può rispondere. Biden o meglio chi per lui e sembra siano molti, chiede miliardi di dollari per "finanziare" la resistenza, fiaccando l'invasore. Una folle strategia che ricorda passaggi sanguinosi della storia. Draghi è andato ad ossequiare Biden come fosse uno dei tanti santi da processione. Che bisogno c'era, tutti conosciamo provenienza e devozione del banchiere di lusso. La guerra, dopo il virus, rappresenta per i carnefici del voto, una grande opportunità che permette di selezionare i cittadini secondo il grado d'amore per il cirillico..russo. Scorgo, avverto l'imbarazzo di tanti "compagni". I più sgamati stanno in silenzio, lasciando le denunce alla Lia Celi con riprese sui giornali e tv di casa. E' diventata famosa. Andate a fare un giro in stazione di notte, diventate famosi tutti. 
PS Nella mia Viserba gli alpini erano migliaia, nessun problema, solo applausi e simpatia. Non era organizzata da Morolli. Non sarà perchè, dicono, siano ..leghisti e svolgono anche un vero servizio sociale?
massimo lugaresi 

martedì 10 maggio 2022

Quanto è buono Lei!!!

Cinquestelle e Lega cercano di indebolire la posizione del presidente del Consiglio, già ansimante ed in fuga da Biden per confermare il posto ..Nato, concesso dagli americani. Il premier mai eletto, soffre ancora di qualche bruciore dopo l'inc.. del mancato Quirinale. Personaggio sovrastimato dalla stessa propaganda che usa Zelensky e la guerra per i ca..,suoi, sempre americani. Sono quelli del genere Pd. Il mio Circolo Nautico e Viserbese, per una intera giornata ed una lunga, splendida serata, ha gestito e foraggiato con spiedini e liquidi in abbondanza, centinaia di alpini con famiglie al seguito. L'esibizione delle bande è stata una spettacolare dimostrazione che il patriottismo regge. Siamo riusciti a registrare solo apprezzamenti corretti e gentili. C'erano uomini e donne, perfino molto vicini. Non voglio citare l'aspetto turistico, vi assicuro e lo dico alla Rinaldis&Indino con i loro pietosi e bugiardi pienini che è stato un successo come l'avesse organizzato ..Cagnoni. L'ho incontrato, ha fatto finta di niente. Rimane sempre il mio preferito ed il più furbo. Il raduno conta come dieci Notti Rosa, ormai valide solo da S.Ermete in su. Un raduno, se posso usare il termine, patriottico. La cancel culture non apprezza questi richiami al passato ed ai cognomi ormai diventati giustamente plurimi come i legami familiari ed i genitori. Il Pd sguazza in questo pantano sociale, per rimanere a galla è disposto a..Zan. Sono stato orgoglioso di essere italiano. Ci ha pensato subito Draghi che abbraccia Biden che si gira dalla parte sbagliata. Questo è il vostro mondo. Tenetelo. 
massimo lugaresi

Da che parte stai?

E' la domanda più stupida ed offensiva che ti senti rivolgere, leggendo e (spesso) ascoltando la propaganda "ufficiale". Ci sono diversi e variegati tipi di sottile persuasione che i "migliori", sempre loro, usano dopo l'ingaggio "silenzioso" della Lia Celi. Il pezzo sulle social "violenze" degli alpini è un misto tra cultura di genere ed obbligo lettiano. Le posizioni ufficiali, quelle che "ascolti" sull'attenti, sono dei tanti, tantissimi generali italiani. Poi arrivano i diplomatici, non nel senso di Gigino, lui è solo un voltagabbana pagato sontuosamente. Che piega sta prendendo la guerra di Putin scatenata, senza saperlo, da Biden? Sembra sia incentrata sulla scoperta dei "nazisti" nascosti nell'acciaieria. Credo invece che le ragioni siano altre ma i sudditi atlantici non le possono avanzare. Giornaletti come La Stampa ed il Corrierone di Washington, senza arrivare all'ammiraglia Repubblica, passata dal fiancheggiamento al radicalismo, per finire, sconsolatamente, nel piddismo conservatore, vengono compilati nella ambasciata più famosa di Roma. Ormai è chiaro: le anime del movimento populista a 5 stelle sono (almeno) due. Una di opposizione, l'altra di stipendio assicurato. L'avvocato del popolo, vuole liberarsi di Draghi. E' convincente almeno su questa, non so quanto durevole, posizione. Salva i resti di una mancata rivoluzione ed aiuta la chiarezza in politica. Le scenette umilianti del Draghi che accompagna uno "svanito" presidente erano da Blob. Siamo il paese dei politici sdraiati al cospetto dei padroni. Chi ha tentato di alzare la schiena ha subito traumi mortali. L'unica presenza rassicurante, nonostante età ed acciacchi, è Papa Francesco, il migliore dei leader ..eletti. Problema di rivalità religiose ed ortodosse? No, la possibilità di raccontare solo verita. La guerra è una delle tante "procure" che ci arrivano. Come la "liberazione" della Rai, intesa come servizio pubblico, dagli Orsini. La Bianca B è sull'orlo del Buratello. La collocazione della nostra stampa è un corretto attestato ed un premio al Ghana per averci raggiunto. Passerà anche Draghi, spero presto, con il tempo che di solito è galantuomo, arriveremo a scoprire uno scenario diverso, meno cinematografico e più aderente alla realtà. Il mondo è ancora diviso in due blocchi. Solo che i nostri geni hanno irrobustito quello che considerano nemico. Ha vinto, senza colpo ferire, la Cina. Su questo è d'accordo anche Rampini.  
massimo lugaresi

lunedì 9 maggio 2022

Fino a Quando?

Volevano cantare e ballare da soli sulle onde dell'unica propaganda. L'inizio è stato  pesante, le apparizioni di Zelinsky erano mirate e convincenti, più precise dei missili Nato concessi dalla premiata ditta angloamericana. Quando c'è da bombardare anche Boris smette di bere senza mascherina. Però la foto più bella è l'arrivo di Draghi e consorte ricevuto da Biden distrattamente, come giocasse a golf senza pallina. Il premier mai eletto ma incoronato dalla finanza alta, ha provato ad inserirsi tra i maghetti della pace. Respinto, rimane tra i questuanti una foto. Nell'album dei famosi tra poco avere un Biden sarà come un Gronchi..,rosa. La stampa piddina (quasi tutta) sta perdendo colpi e giornalisti. Il Carlino, ad esempio, non usa le pesanti volgarità nei confronti dei traditori a 5 stelle, capitanati dall'avvocato del popolo che intende ingaggiare il dissenso pacifista. Impresa lodevole ma disperata, rimane però l'ultima spiaggia, dove Gigino passerà con una bibita. In un momento così delicato, direi pericoloso, avere agli esteri un soggetto di questo spessore, spinge a pensare o sperare che alla fine non succeda niente, eccetto migliaia di morti, quasi tutti russi e tante, tante rovine. In fondo le guerre sono servite per aggiornare le carte geografiche. Difficile anche per Repubblica, che pubblicò per prima la morte di Moro, quando "stava" nel mezzo con un furbesco nè nè e spingeva per l'accordo, continuare a raccontare solo la componente atlantica dell'orrido film di guerra. Credo che alla fine si abitueranno a questo Putin che con tutto il breviaro medico addosso, continua la sua strategia. Ho letto di tutto e peggio sull'Armata Russa. Si sparano da soli, piangono per andare a casa, carri armati presi a nolo, navi che prendono fuoco e s'affondano con i colpi "segreti" delle intelligence che naturalmente non partecipano e poi l'enorme ritardo nell'invasione dell'Ucraina. Avevano promesso di farlo in sette giorni, sembra il nostro lungomare. Se non arriva  un'altra elezione, non vedrò l'inaugurazione del rifacimento totale.
massimo lugaresi 

Germania Kaputt

Tenetevi o toccatevi, però fate qualche scongiuro in nome di Draghi. Germania Kaputt lo dice il Giornale per 24 Ore degli industriali. La produzione va malissimo, le cause sono conosciute: guerra in Ucraina, restrizioni in Cina e sanzioni del ca..hanno bloccato la catena di approviggionamento. Le esportazioni sono quasi ferme, la dipendenza dall'energia russa chiude il cerchio fatale. Per fortuna noi abbiamo Draghi, ha pensato a tutto, come il bravo padre di famiglia allargata ai vari generi consigliati ed obbligati. E' volato in America ad omaggiare Biden, le foto mostrano in che bombe siamo. Ha proposto un condizionatore per il clima della maggioranza ed il rifornimento energetico in Congo. C'è poco da ridere. Se piange Atene, Sparta non ride. Tra noi ed i "tugnini" occupatori del paese, diventati preziosi ospiti delle spiagge, esiste un abisso su tutti i versanti sociali, occupazionali, amministrativi, finanziari e..debitori. Noi invece rispondiamo con un "obbligato" + 18% di presenze al Mc Fruit. Non dormiamo mica nella paglia del Carlino e sugli allori di Indino. Abbiamo i lungomari usati (almeno) per la marcia degli alpini, poco in sintonia con la corrente dei multigenere piddini. Sono sicuro che i 36 social allarmi non li avremo all'alba delle Notti Rosa. La produzione industriale in Germania è crollata del 3%, la crescita è impedita dalla dipendemza energetica, al resto ci pensa l'impennata dell'inflazione. In Italia va tutto a meraviglia. L'unico ribelle è Conte di Volturara. Non mi piace infierire, ma Salvini sembra la mia Juve. Draghi, mai eletto, si comporta come Renzi con il 40% dei voti europei. Farà la stessa fine, ma un posto alla Nato sembra riservato per eccesso di atlantismo. Lo facevano, una volta, anche alle Poste.
massimo lugaresi

domenica 8 maggio 2022

Le Prime Crepe

Una riflessione, dopo 70 giorni di ascolto dell'unica propaganda: sembrano più realistiche le previsioni belliche delle intelligence (riunite) angloamericane, di quella russa ma ciccospannesca. Da mesi, se non anni, le truppe ucraine sono rifornite, istruite e stipendiate. Hanno ingaggiato i migliori mercenari, dopo avere seppellito i resti del nazismo. I più pronti alla reazione sono stati proprio gli ucraini (apparentemente) deboli. Alle spalle hanno l'America ed i sudditi atlantici, sacrificando però famiglie ed intere città. La puoi vendere bene, inserendo l'eroismo, ma contro le moderne macchine da guerra, contano i mezzi non il coraggio. Sembrano preparati bene e da tempo, segno che nel Donbass si sono allenati da almeno otto anni. Però la migliore intelligence ha ucciso ben dieci generali russi, localizzandoli nei bar dove si rifugiavano. Il NYT pubblica la notizia voluta dal Pentagono e si fa sgridare da Biden che non ha trovato il Presidente. Il sosia, eletto postalmente, sembra impaurito da un eventuale allargamento del conflitto. Basterebbe ordinare a Zelenzky di alzare una bandiera ed iniziare le trattative anche geografiche. La Nato, naturalmente non vuole. Draghi annuisce. Rispettare gli impegni presi, lasciare Svezia e Finlandia, nella pace goduta. Oppure pensate che il dopo Putin sia meno pericoloso? L'Occidente ha perso la guerra e molto altro. Ha consacrato una alleanza strategica, commerciale, finanziaria che pagherà nei prossimi anni. L'America si ritirerà nei suoi confini, non riuscendo più a garantire niente. Ci troveremo con un debito mostruoso, intere filiere industriali fallite ed il ricordo indelebile di Draghi, l'uomo che giocava con la Nato, ma ha perso il pallone. Biden dovrebbe recarsi dal suo medico di base e fiducia, farsi prescrivere una serie di esami, con l'obbligo di lasciare la valigia nucleare. Ci sarebbe il bravo restauratore di Berlusconi. Una garanzia, vista l'ennesima resurrezione politica. Riassunto: sono morti più militari russi di quelli ucraini. il conteggio degli ufficiali non è pervenuto. Gli aerei abbattuti sono migliaia, la nave ammiraglia e sul fondo del Mar Nero. Non avete niente da rimproverarvi, nell'ultima guerra, in Italia sono partiti tutti con il Duce verso la Russia, ritornati in pochi, prigionieri degli americani o partigiani. Ai tedeschi ed Hitler ci hanno pensato i russi. Si proprio loro. 
massimo lugaresi